Home » RUGBY

Rugby Rovigo nuovo successo

4 gennaio 2020 Stampa articolo

rugbyS.S. Lazio Rugby 1927 v FEMI-CZ Rugby Rovigo Delta 17-39 (14-18)

Marcatori: p.t. 6’ m. Citton (0-5), 13’ cp Menniti Ippolito (0-8), 18’ m. Cozzi tr Cozzi (7-8), 23’ cp Menniti Ippolito (7-11), 33’ m. Angelini tr Menniti Ippolito (7-18), 39’ m. Milan tr Cozzi (14-18) s.t. 43’ cp Cozzi (17-18), 45’ m. Cioffi tr Menniti Ippolito (17-25), 57’ m. Citton tr Menniti Ippolito (17-32), 80’ m. Cioffi tr Menniti Ippolito (17-39)

S.S Lazio Rugby 1927: Sigillò (65’ Bossola); Marocchi, Coronel, Lo Sasso (cap) (70’ Baffigi); De Gaspari; Cozzi, Loro (50’ Albanese); Duca (76’ Cacciagrano); Giancarlini, Angelone (23’-33’ Forgini) (60’ Ricci); Lomidze, Milan; Garfagnoli (43’ Forgini), Ferrara (60’ Corcos), Quiroga (68’ Giusti) all. Montella

FEMI-CZ Rugby Rovigo Delta: Odiete; Cioffi, Modena (61’-70 Antl)(71’ Lisciani), Angelini; Bacchetti; Menniti Ippolito, Citton (75’ Visentin); Michelotto; Lubian, Vian; Nibert (58’ Ruggeri), Mtyanda (58’ Ferro); D’Amico (40’ Pavesi), Momberg (cap) (40’ Nicotera), Mienie (40’ Rossi) All. Casellato

Arb.: Riccardo Angelucci (Livorno); AA1 Vincenzo Schipani (Benevento), AA2 Edoardo Meo (Roma)

Quarto Uomo: Paolo Paluzzi (Roma)

Cartellini: Al 23’ cartellino giallo a Cosma Garfagnoli (S.S. Lazio Rugby 1927), al 64’ cartellino giallo a Gianmarco Duca (S.S. Lazio Rugby 1927)

Calciatori: Andrea Menniti Ippolito 6/7 (FEMI-CZ Rugby Rovigo Delta), Francesco Cozzi (S.S. Lazio Rugby 1927) 3/3

Note: giornata nuvolosa a Roma. Spettatori presenti circa 900. Prima del fischio d’inizio della partita è stato osservato un minuto di silenzio in memoria dell’ex giocatore della Lazio Rugby Eslam Ismail scomparso in settimana.

Punti conquistati in classifica: S.S. Lazio Rugby 1927 0, FEMI-CZ Rugby Rovigo Delta 5

Man of the Match: Lorenzo Citton (FEMI-CZ Rugby Rovigo Delta)

ROMA – L’ottava giornata del Peroni TOP12 tra la S.S Lazio Rugby 1927 e FEMI-CZ Rugby Rovigo Delta allo Stadio “Giulio Onesti” di Roma termina 17 a 39 in favore dei rossoblù.

Buon inizio di partita per i bersaglieri, è infatti al 6’ che Citton con un bel break riesce a superare la difesa avversaria e ad andare in meta. Menniti-Ippolito non centra i pali, 0-5. Al 14’ i rossoblù ottengono un calcio a favore dopo una mischia sui 22 avversari, e Menniti-Ippolito con un calcio piazzato centra i pali, 0-8. Al 17’ i biancocelesti non demordono e riescono a segnare i primi punti con Cozzi che va a segnare la prima meta per i padroni di casa. Sempre lo stesso Cozzi trasforma, 7-8. Al 23’ la Lazio viene punita con un cartellino giallo a Garfagnoli per un placcaggio pericoloso, i rossoblù ottengono così un calcio a favore che Menniti-Ippolito mette tra i pali, 7-11. Al 33’ i bersaglieri impongono il loro gioco e Angelini trova la seconda meta in mezzo ai pali. Menniti-Ippolito trasforma, 7-18. Al 39’ i padroni di casa dopo un drive rispondono con Milan che va in meta. Cozzi centra i pali, 14-18. Le squadre tornano così negli spogliatoi con il risultato parziale di 14 a 18.

La ripresa è in attacco per i biancocelesti che già 43’ al ottengono un calcio a favore. Cozzi dalla piazzola centra i pali, 17-18. I rossoblù pochi minuti dopo rispondono con Cioffi che grazie ad un calcio di Menniti-Ippolito vola in meta. Menniti-Ippolito trasforma, 17-25. Al 60’ i bersaglieri dopo un bel break di Bacchetti vanno in meta con Citton, decretato poi Peroni Man of the Match, che va segnare la meta del bonus. Menniti-Ippolito centra i pali, 17-32. Al 65’ i biancocelesti, per arginare il gioco del Rovigo, commettono numerosi falli puniti con un cartellino giallo a Duca. Al termine del match i rossoblù riescono ad imporre il proprio gioco e trovano ancora una meta con Cioffi. Menniti-Ippolito dalla piazzola centra i pali e fissa il risultato finale sul 17 a 39.

Queste le parole del coach degli avanti Franco Properzi: ”Il primo tempo è stato equilibrato, abbiamo subito la loro aggressività e non abbiamo avuto una buona dominanza. I ragazzi però nel secondo tempo hanno avuto una buona risposta e anche la panchina quando è entrata ha fatto bene.”

Ecco le parole di coach Umberto Casellato al termine del match:” Sapevamo che avrebbe potuto essere una partita difficile. Lo è stata in parte nel primo tempo, un po’ forse per il fatto che non avevamo il focus sul piano di gioco che volevamo fare. Abbiamo commesso alcune ingenuità. Nel secondo tempoabbiamo cercato di cambiare per portare a casa la partita e lo abbiamo fatto nel migliore dei modi. Abbiamo fatto anche delle mete pregevoli. Ora ci prepariamo per la Finale di Coppa Italia sabato 18 gennaio contro il Petrarca Rugby.”

C.S.



Articoli correlati