Home » CALCIO

Riprende l’attività sportiva dell’Union River

7 gennaio 2020 Stampa articolo

Dopo l’Epifania, riprende l’attività sportiva dell’Union River, società di puro settore giovanile che comprende i comuni di Gavello, Crespino, Guarda Veneta e Bosaro. Le festività natalizie sono state momento sia di feste sia di bilanci. Così, alla Dispensa Ferrari di Rovigo, poco prima di Natale, si è svolta la cena sociale, alla quale hanno partecipato circa 120 persone e dove, tra lotterie e cadeau per tutti i ragazzi della società dai colori sociali giallorossoblù, un particolare e importante ringraziamento è stato rivolto verso le persone che sono sempre disponibili nell’impegnativo compito di far funzionare nel miglior di modi questa nuova realtà calcistica e cioè gli autisti, gli addetti ai campi, i magazzinieri, ma anche i tanti genitori che, volentieri, si danno da fare e collaborano a stretto contatto con la società in perfetta sintonia.
Il periodo di feste è stato un momento anche per il direttivo, formato dal presidente Marco Paganico, dal vice Emanuele Destro, dal segretario Fabio Pozzato, dalla tesoriera Michela Sasso, dal direttore generale Ivano Sparapan, dal direttore sportivo Riccardo Romagnolo con i consiglieri Giancarlo Biasiolo, Giorgio Concordia e Nicola Fredini, per fare un mini bilancio dei primi 6 mesi di vita dell’Union River che ha iscritto ai vari campionati Figc 6 squadre per un totale di novanta tesserati. E le novità per l’anno 2020 non mancano di certo, a partire dalla borsa di studio Gianfranco Malaspina, fondatore della Fulgor Crespino. I figli Angelo e Bruno hanno messo a disposizione della società una somma di denaro da destinare a fine stagione sportiva, a tre ragazzi meritevoli secondo criteri prestabiliti che riguardano il rendimento scolastico e la condotta del giovane calciatore in campo. Inoltre, grazie all’affiliazione in atto con il Chievo Verona, a maggio, per otto giovani atleti si apriranno le porte del Bottagisio sport Center, la casa sportiva dei gialloblù, per uno stage che li vedrà protagonisti per due giorni, mentre ad aprile alcune squadre parteciperanno ad un torneo con le altre società affiliate Chievo Verona. Intanto continua il percorso di aggiornamento per i tecnici dell’Union River che dopo il secondo corso tenuto a dicembre, approfondendo tematiche relative allo sviluppo delle capacità coordinative nell’attività di base e ai mezzi di allenamento per la gestione della palla nelle categorie agonistiche, il 18 e 19 gennaio, torneranno a confrontarsi nel corso di formazione nel quale si parlerà , oltre che di aspetti metodologici dell’apprendimento tecnico, anche di “identità e appartenenza” con due relatori d’eccezione: Michele Marcolini e Stefano Pellissier, allenatore della prima squadra il primo, mentre Pellissier è la bandiera del Chievo essendo il primatista di presenze in A e miglior realizzatore del club in serie A con 112 reti.

C.S.



Articoli correlati