Home » Calcio a 5, Femminile, Serie A2

Granzette pareggia con Firenze

28 gennaio 2020 Stampa articolo

calcioGranzette – Firenze Calcio a 5 1-1

Granzette: Omietti, Iaich, Vannini, Ansaloni, Sinigaglia, Ardondi, Andreasi (c), Zanetti, Grandi, Iturriaga, Mantovani, Cappelletto. All. Bassi.

Firenze Calcio a 5: Valgimigli, Marzoli, Marcetti, Tanzini, Grilli, Barfucci, Mauro, Lombardo, Panciatici, Nencioni, Durante (c), Badalassi. All. Del Re.

Reti: st 15’ Vannini (G), 18’ Mauro (F).

 ROVIGO – Seconda giornata di ritorno del campionato di serie A2 e secondo pareggio consecutivo per il Granzette che, in casa, sfida il Firenze Calcio a 5 con risultato finale di 1 a 1. Un punto importante per le nero-arancio che mantengono saldo il primato nel loro girone e sono a +4 dalla seconda in classifica, l’Audace Verona.

La partita si apre con un Granzette che prende in mani le redini del gioco e crea diverse occasioni gol, non concretizzate, mentre il Firenze Calcio a 5 si chiude in difesa nella sua metà campo. Le padrone di casa si fanno subito sotto con Zanetti che al 1’ riceve palla da Ansaloni e calcia fuori di poco. Qualche secondo dopo è il turno di Ansaloni che in posizione pericolosa manca di misura la porta, recupera poi palla capitan Andreasi e parte in solitaria sulla fascia sinistra calciando di forza ma viene parata dall’estremo difensore avversario. Il Granzette si spende molto in fase offensiva alternativamente con Ardondi, Andreasi, Vannini e Zanetti ma senza risultato. Al 19’ ci prova anche Iturriaga che recupera palla e parte in volata, scarta l’avversario e inquadra la porta ma c’è la respinta di piede del n. 1. Tanto Granzette e poco Firenze nel primo tempo che termina a reti inviolate.

La seconda frazione di gioco vede scendere in campo le squadre più agguerrite, le nero-arancio trovano occasioni gol con Cappelletto, che al 10’ serve Mantovani sul secondo palo ma la difesa fiorentina mura il tiro. Il minuto successivo è Cappelletto a chiudere il triangolo con Mantovani ma anche in quest’azione il portiere mantiene il risultato in parità. Il Firenze approfitta di un errore difensivo per cercare il gol dello sblocco con Nencioni che riceve palla ma non c’entra la porta. Al 15’ ci pensa Vannini a segnare il gol del vantaggio per il Granzette, che recupera palla, scarta l’avversario e infila in porta, 1.0. Le padrone di casa tentano il raddoppio con Zanetti che tira di poco sopra la traversa. A 2’ dalla fine il Firenze trova il pareggio con Mauro che da fuori area realizza un tiro filtrante che sorprende l’estremo difensore del Granzette, risultato nuovamente in pareggio 1-1.

Negli ultimi minuti le nero-arancio sfoderano la carta del portiere di movimento e nonostante le occasioni create non riescono a finalizzare.

Il match termina così in parità tra Granzette e Firenze Calcio a 5, uno punto guadagnato che permette alla capolista di restare solitaria in vetta.

“C’è rammarico per i due punti persi – commenta Coach Chiara Bassi – perché abbiamo creato tantissime occasioni senza riuscire a sfruttarle e le avversarie sono riuscite a pareggiare con l’unica vera azione gol avuta. Manca sicuramente brillantezza e un po’ di positività, quando crei così tanto e porti a casa solo un pareggio bisogna cambiare qualcosa. Sarei più dispiaciuta se non ci fossero state le occasioni, ovviamente, per questo dobbiamo tenere duro e riuscire a superare questo momento di difficoltà insieme. Le pressioni, come le responsabilità, sono un lusso che non tutti possono permettersi e soprattutto un privilegio che pochi atleti possono avere, se siamo dove siamo significa che noi abbiamo tutto quello che serve per sostenerle e per fare bene nelle prossime settimane.”

“Cambio di passo e cinismo sotto porta non sono ancora quelli dei tempi migliori, ma la voglia di aiutarsi l’una con l’altra non è mai venuta meno – commenta Alberto Sarti, preparatore dei portieri del Granzette – abbiamo incontrato un avversario molto pragmatico, che si è difeso compatto sotto la metà campo, pronto a far male in contropiede al nostro minimo errore. Dispiace aver preso gol a un minuto e venti dalla fine su un calcio d’angolo, perché fino a quel momento avevamo arginato bene le loro ripartenze e rischiato molto poco. Lo stop al campionato della prossima settimana ci darà modo di rivedere alcune situazioni e ricaricare energie fisiche e mentali.”

La prossima domenica il campionato si ferma per lasciare spazio alla Coppa Italia e riprenderà, per il Granzette, domenica 9 febbraio alle ore 16.00 contro il Città di Thiene, in trasferta. 

C.S.



Articoli correlati