Home » BASKET, Femminile, Serie B

Punti pesanti per Rhodigium Basket

Le rossoblù tornano dalla trasferta contro la Cestistica Rivana incassando una bella e meritata vittoria
2 febbraio 2020 Stampa articolo

basketCestistica Rivana – Rhodigium Basket 57-68

Cestistica Rivana: D’Avanzo A. 8, Ferreyra M. n.e., Piermattei G. 14, Vicentini M. n.e., Fadanelli L. 3, Herrera G. 2, Ceccardi A. 10, Bonvecchio E. 6, Reversi A. 5, Chemolli E. 2, Omezzoli E. n.e., Takrou A. C. 7. Allenatore Ferraglia S., Primo Assistente: Civettin A.

Rhodigium Basket: Malin M., Vaccarini E., Stoppa V. 8, Veronese C., Ferri L. 17, Viviani M. n.e., Sorrentino S. 2, Furlani V. 14, Cappellato S. cap. n.e., Ballarin ne,Cognolato E. 7, Pegoraro G. 20. Allenatore Frignani F., Primo Assistente Migliorini M.

Note: uscite per 5 falli Stoppa e Furlani.

Arbitri: Allegro D. di Rubano (Pd), Vicentini E. di Vicenza

RIVA DEL GARDA (Trento) – Sostenuta da uno sparuto drappello di tifosi, la Rhodigium Basket ASD espugna, per la prima volta, l’ostico parquet di Riva del Garda, al termine di una gara che si conclude con il punteggio di 68 a 57 per le polesane, che conquistano la tredicesima vittoria stagionale, la terza del girone di ritorno.

Il primo quarto si conclude con Rhodigium in vantaggio di cinque punti sulle avversarie, che tuttavia approfittano di una ritrovata Piermattei, in piena forma a soli quattro mesi dal parto, per agganciare Cappellato e compagne, portandosi in vantaggio di un punto all’intervallo lungo.

Il terzo quarto vede le ragazze di coach Frignani riprendere un deciso vantaggio, grazie ad una Maria Giulia Pegoraro che porta le compagne a staccare di nove lunghezze le avversarie, forte di una lucidità che trascina la squadra e che la porterà a fine match ad un bottino individuale di ben 20 punti, ma le trentine non demordono e riducono il distacco a sei punti alla fine del terzo quarto.

L’ultimo quarto vede una grande prova di Lucia Ferri, fino a quel momento solida, come sempre, in campo, ma non fortunata nel tiro: suo per la gran parte il merito del distacco definitivo dalle rivierasche, che la porta a 17 punti segnati e si somma a quelli accumulati dalle solite Valentina Stoppa, convalescente dall’influenza e tuttavia autrice di quattro canestri, e Virginia Furlani, con un bottino personale di 14 punti.

Nel complesso la squadra sembra ritrovata dopo l’influenza che ha colpito quasi tutte le atlete dall’inizio di gennaio: alla fine la distanza da Riva del Garda è la stessa accumulata nella gara di andata, nella quale Riva non poteva contare su Piermattei, impegnata come detto altrove.

Ai pochi, ma calorosi, sostenitori, la squadra è sembrata in migliore armonia rispetto all’ultima gara in casa, che si era conclusa con una vittoria utile per la classifica ma a tratti  nervosa.

Il prossimo impegno domestico per Rhodigium vede lo scontro con Sistema Rosa Pordenone, squadra rientrante nel circuito Reyer e per questo potenzialmente pericolosa: ci si aspetta che le ragazze di coach Frignani affrontino la quinta gara di ritorno con la determinazione che hanno dimostrato di avere quando, veterane e giovani insieme, rammentano come si gioca un grande basket.

 

 

C.S.



Articoli correlati