Home » BASEBALL

Bsc Rovigo, la parola al presidente Boniolo

13 marzo 2020 Stampa articolo

baseballROVIGO – Campionati rinviati anche per il mondo del baseball e softball a seguito dei provvedimenti che hanno coinvolto tutto il mondo dello sport.

La Fibs ha stabilito che l’inizio dei tornei giovanili e seniores sono fissati nel week end del 18/19 aprile e nel frattempo la società ha anche fermato le attività relative agli allenamenti delle varie squadre.

Nelle ultime 3 settimane non si sono potute disputare le finali rodigine e nazionali della Winter League Under 12 mentre a Trento sono state anche annullate le finali nazionali Under 14 della Winter League sponsorizzata Itas Mutua.

Cancellato anche il programma delle amichevoli sia per le squadre seniores sia per le squadre giovanili. 

Presidente Alessandro Boniolo, qual è il suo giudizio sull’attuale situazione che coinvolge anche il baseball e il softball?

“Da un certo punto di vista a noi finora non è andata neanche male considerando che siamo uno sport che entra operativo dal mese di aprile e va avanti fino ad ottobre. E’ chiaro però che dobbiamo essere pronti a tutto, soprattutto allineati e coperti rispetto a quello che succederà da qui in avanti. Stiamo ricevendo tanti messaggi dai nostri amici oltre oceano che chiedono di noi ma noi rispondiamo che li aspettiamo presto nella nostra bella città e nel nostro Bel Paese!”.

Ci sono iniziative, a parte quelle agonistiche, che subiranno variazioni?

“Come molti sanno il Baseball Softball Club Rovigo da sempre attua progetti che vanno al di là dei semplici campionati anche se saranno 12 quelli a cui prenderemo parte. Abbiamo spostato l’attività e la convegnistica che riguardava il Baseball Per Ciechi che vedeva anche il sistema scolastico coinvolto. Ovviamente la parte promozionale con la scuola è in stand by.  Anche il try out con la Major League Baseball che è stato pianificato per il 9 aprile si dovrà spostare. Tutto il resto però è ancora in scaletta e mi riferisco agli eventi che sono nel programma strategico annuale che vede ad aprile l’open day non appena cominceremo con i campionati, le giornate con la scuola, il nostro camp estivo che è in programma per giugno e luglio (adesioni a summercamp@bscrovigo.com ), i nostri tornei che prevedono ben 10 giorni di gare tra il 2 giugno e la fine di agosto nella nostra città, fino ad arrivare al Baseball Night pianificato per il 28 agosto. Nel mezzo con Itas abbiamo anche messo a calendario almeno 2 team building per i manager della compagnia assicurativa e ricordo che questa è tra le poche esperienze italiane, di sicuro l’unica legata al baseball e softball, condotte e gestita interamente dal nostro staff”.

Presidente il reclutamento si è momentaneamente fermato ma non appena possibile il campo di Via Vittorio Veneto è pronto ad accogliere i tanti giovani che si sono avvicinati in inverno al batti e corri.

“In effetti sia i nuovi ragazzi sia le nuove ragazze stanno scalpitando per tornare a battere e a lanciare. I nostri tecnici e il nostro preparatore Mattia Boldrin sono stati bravissimi e hanno preparato in questi giorni alcuni consigli utili per continuare a mantenersi in forma anche a casa. Abbiamo realizzato e saranno prossimamente pubblicati sul nostro canale Youtube dei mini video che aiuteranno tutti a restare attivi anche utilizzando un muretto, un manico di scopa e una pallina da tennis. Alla fine abbiamo questo vantaggio, il nostro gioco sembra complicato ma in realtà è semplice ed è per questo che piace anche ai giovanissimi”.

E’ tornata nel frattempo una icona del baseball rodigino, Fidel Gutierrez Reinoso.

“Proprio così. E’ tornato colui a cui abbiamo affidato negli anni il futuro di tanti giovani e dopo l’intervento al cuore dello scorso inverno sinceramente non pensavo fosse una cosa così scontata. Fidel però è in formissima e non vede l’ora di cominciare sul serio. Qui a Rovigo ha trovato personale medico di eccellenza e anche a Cuba ha proseguito la cura. Direi che è pronto per nuove vittorie e soprattutto per reclutare nuovi ragazzi e ragazze”.

Uno staff tecnico che anche in inverno non ha mai smesso di lavorare.

“Stiamo provando a creare una generazione di tecnici “nostrani” importante. Fidel è appena arrivato ma da gennaio e poi da febbraio sono qui con noi anche Leonardo Mena e Yoel Becerra. Da novembre per il softball sta lavorando uno dei migliori tecnici italiani di questa disciplina, Adriano Morabito. E’ stato un grande segnale per il nostro movimento femminile e il tema di avere quantità e qualità per noi è da sempre nelle linee guida dei nostri progetti. Ma quello a cui teniamo di più è che ci sono giovani che si sono messi in gioco come Lorenzo Malengo che sta coordinando in modo egregio i programmi tecnici. Nel softball Cristina Pollato è entrata in modo deciso con la squadra di A2. La bella notizia è che altri tre giovani come Kay Chieregato, Giulia Zennaro e Elia Micai stanno facendo un percorso tecnico per andare a rafforzare il settore giovanile portando ad una quindicina i coach che si occupano del baseball e softball rodigino. A fine maggio infine è previsto l’arrivo di uno dei più bravi coach di High School e College americani, ora in pensione, per innalzare ulteriormente il livello tecnico del nostro club. Si chiama John Goulding e resterà per un paio di mesi con l’obiettivo di portare nuovi sistemi di allenamento soprattutto per il mondo giovanile”.

Un ultima domanda sul nuovo campo da baseball e softball che recentemente ha anche ottenuto l’omologazione definitiva da parte della Fibs.

“Non avete idea della soddisfazione nell’aver ottenuto la prima omologazione ufficiale di un campo regolare nella storia del baseball e softball rodigino. Dietro a quei pezzi di carta ci sono stati anni di lavoro, di mal di pancia, di sofferenze e di soldi spesi anche inutilmente. Ora chi viene trova un campo di eccellenza che va comunque ulteriormente migliorato in alcune parti importanti come l’illuminazione”.

 

C.S.



Articoli correlati