Home » SECONDO PIANO, Triathlon

Progetto Vista Triathlon brilla nel fine settimana

Secondo posto per Scalabrini e nono per Soggiorni, a Mergozzo. Buona la prova di Lorenzoni a Valmadrera. Costretto al ritiro per contrattura Banzato
9 settembre 2020 Stampa articolo

MERGOZZO (Verbano-Cusio-Ossola) – Più che buoni risultati nel fine settimana per Progetto Vista Triathlon impegnato su due fronti. Paolo Scalabrini, Luca Banzato e Fabrizio Soggiorni sono stati impegnati nel Triathlon di Mergozzo mentre Valerio Lorenzoni ha gareggiato a Valmadrera.

Il Covid 19 non ha fermato, anche se la formula è stata modificata, il Triathlon internazionale di Mergozzo che si è svolto, con il tutto esaurito, domenica scorsa. Non si sono disputate le staffette ma si sono svolte solo le gare individuali che hanno visto darsi battaglia, tra le acque del lago, a piedi e in bicicletta, ben 380 atleti. Il lago di Mergozzo è un piccolo lago chiuso che si trova sopra il lago Maggiore, la gara si è svolta nel rispetto dei criteri previsti per il Covid 19, quindi sempre indossando la mascherina. La giornata si è svolta nel migliore dei modi anche assistita da una temperatura giusta per la manifestazione. Non si sono svolte le premiazioni ma si è solo stilata la classifica, poi arrivata in tarda serata.  Paolo Scalabrini, che è anche il tecnico della società rodigina, ha gareggiato nella categoria M2, dove ha conquistato la seconda piazza di categoria, ricordiamo che a luglio ad Arona aveva ottenuto il terzo posto. A Mergozzo ha fermato il cronometro sul tempo di 4h 39’27”. Fabrizio Soggiorni, visto che l’ironman di Cervia è stato annullato, ha preso parte al mezzo triathlon di Mergozzo, ottenendo un ottimo risultato, infatti nella sua categoria M2 ha conquistato la nona piazza con una prova maiuscola registrando il tempo di 4h 32’46”. Luca Banzato doveva gareggiare al mezzo ironman di Cervia e invece si è dirottato, visto il rinvio, sul mezzo triathlon piemontese. Ottime per lui le prime due frazioni, nuoto e bici ma poi nella corsa ha avuto una contrattura alla muscolatura dorsale che non gli ha permesso di respirare durante la corsa e si è dovuto fermare.

Triathlon

Soggiorni, Banzato, Scalabrini

I successi sono stati, in ambito maschile, del veronese con origini britanniche Gregory Barnaby e, tra le donne, dell’alessandrina Giorgia Priarono

Location diversa per Valerio Lorenzoni che a causa dei numerosi rinvii di altre gare delle varie organizzazioni, ha debuttato, solo ora, nello Sprint di Valmadrera, gara che si doveva svolgere a luglio, poi rinviata a settembre. Dunque, il grande triathlon è ritornato sul Lago di Como con la quinta edizione dello Sprint di Valmadrera con formula no draft e seguendo ogni protocollo logistico-organizzativo imposto da Fitri relativo all’attuale emergenza sanitaria, le condizioni climatiche si sono dimostrate ideali per i 280 atleti partenti.

La partenza della frazione natatoria è avvenuta con modalità rolling-start con 5 atleti ogni 10″, la frazione ciclistica su 3 giri, per concludere la frazione di corsa impegnativa attraverso il Parco del Rio Torto e la periferia alta di Valmadrera.

Buona la prestazione di Lorenzoni soddisfatto per aver potuto finalmente debuttare.

La gara si è mantenuta avvincente e combattuta, la vittoria in campo femminile è andata alla quotata Luisa Iogna-Prat che ha chiuso in 1h02’18, in campo maschile ha vinto il favorito Michele Sarzilla in 55’44”

C.S.



Articoli correlati