Home » EDITORIA

L’11 settembre 1966 Giacomo Agostini vince il motomondiale classe 500

14 settembre 2020 Stampa articolo

editoriaAgo è solo nel suo casco. E si lascia andare in un pianto che vale tutte le fatiche. È il suo piccolo grande sogno che diventa realtà, ora non ha nulla in meno dei grandi che ha sempre amato, come Tarquini e Ubbiali; ora fa parte di quell’Olimpo lì, ma è solo l’inizio.

Lui non lo sa, ma lo sente dentro di sé, sa che ha tra le mani la possibilità di aprire la sua era. Hailwood può solo fare i complimenti a questo amico/nemico, a questo avversario che stima e rispetta.

Sono proprio loro due a fronteggiarsi nel Gran premio più folle, affascinante e adrenalinico della

storia del motociclismo, il Tourist Trophy. Il circuito si snoda su 60 chilometri cittadini sull’Isola di Man.

È la casa dei britannici, è la casa di Mike Hailwood, ma Giacomo Agostini è un dio su due ruote…

dal capitolo “Giacomo Agostini. Il più grande di tutti” – Le leggende del motociclismo (Diarkos editore)

L’11 settembre 1966 il pilota Giacomo Agostini vince il motomondiale classe 500. È il primo titolo del campione grazie al quale l’Italia torna in cima alla classifica della massima classe dopo nove anni.

A lui è dedicato il capitolo “Giacomo Agostini. Il più grande di tutti” ne “LE LEGGENDE DEL MOTOCICLISMO” di Fabio Fagnani

 Da Giacomo Agostini a Marc Marquez, da Valentino Rossi a Freddy Spencer, passando per fenomeni senza corona come Pasolini, fenomeni ritirati prematuramente come Casey Stoner e talenti che il motorsport ha voluto in segno di sacrificio, come Marco Simoncelli, il racconto delle loro carriere dai primi passi al compimento del percorso che che li ha consacrati a veri e propri “dei” delle due ruote.

 Fabio Fagnani giornalista e docente, appassionato di racing e di calcio. Crede di esser ancora un discreto giocatore di terza categoria di medio/alta classifica. Gli piacciono le discussioni, il cinema, le serie TV, i fumetti, la tecnologia. Ama la politica e odia i politici, guarda verso il futuro con un occhio sul passato.

Direttore Responsabile di Cisiamo.info, contributor per Rolling Stone, Wired.it, Moto.it, Dueruote, Radio Sportiva e docente di comunicazione per Fondazione Ikaros. Ha pubblicato Roberto Baggio. Il Divin Codino (Diarkos, 2019)

C.S.



Articoli correlati