Home » BASEBALL, Serie B

L’Itas Mutua vince ancora e conquista la vetta solitaria

16 settembre 2020 Stampa articolo

baseballSan Lazzaro 0 0 0 = 0

Bsc Rovigo   2 0 3 = 5

*sospesa al quarto inning

San Lazzaro 0 0 3 0 0 0 0 0 0 = 3

Bsc Rovigo   1 1 3 5 0 1 0 0 x = 11

ROVIGO – Ancora un bottino pieno per l’Itas Mutua Baseball Softball Club Rovigo. Sabato, nel settimo turno del campionato di baseball di Serie B, i rossoblù hanno superato nettamente il San Lazzaro 90 confermandosi in vetta al girone B. Una leadership finalmente solitaria, considerato che la Polisportiva Padule, che fino alla scorsa giornata condivideva la testa con i rodigini, non è andata oltre il pareggio contro il Pianoro. A poche giornate dal termine della regular season si rafforza dunque il sogno promozione della formazione del manager Fidel Reinoso.

Sul diamante di casa di via Vittorio Veneto l’Itas Mutua ha avuto un approccio vincente già da gara uno. Al primo turno di battuta arrivano a casa base Gonzalez e Nosti per il primo vantaggio. Crepaldi dal monte di lancio non concede nulla all’attacco avversario e al terzo inning si registra il nuovo allungo rossoblù con i punti messi a segno da Angelotti, Frigato e Schibuola. La disputa si chiude anzitempo al quarto inning sul risultato di 5-0: un giocatore del San Lazzaro viene espulso ma si rifiuta di abbandonare il diamante, costringendo gli arbitri a sospendere l’incontro. Il risultato della gara non è stato ancora omologato ma presumibilmente verrà decretata la vittoria del Rovigo a tavolino.

Meno controversa gara due, giocata nel primo pomeriggio. È ancora Rovigo a muovere per primo il tabellone con il punto messo a segno da Nosti al primo inning. Al secondo tocca a Schibuola passare sul piatto di casa base, ma il San Lazzaro questa volta riesce a restare momentaneamente in partita con tre punti al terzo inning che bilanciano l’identico bottino colto dall’attacco rossoblù (Gonzalez, Nosti, Frigato). Ma da qui in avanti l’Itas Mutua non concede più nulla, complici le buone prove sul monte di Pietrogrande, Taschin e De Marchi. L’incontro viene messo in cassaforte con una maiuscola quarta ripresa che porta a punto Salvatore, Angelotti, Frigato, Schibuola e Lavezzo. La corsa sul piatto ancora di Nosti al sesto inning fissa il definitivo 11-3 in favore dei rossoblù.

 

C.S.



Articoli correlati