Home » canoa polo, Femminile, SECONDO PIANO

Canoe Rovigo, bronzo under 21

13 ottobre 2020 Stampa articolo

canoa poloROMA – È ancora la canoa polo femminile a dare soddisfazione e prestigio alla canoa polesana grazie al terzo posto ottenuto nel campionato nazionale Under 21 di Canoa Polo.

Quattro le formazioni che si sono affrontate sulle acque del laghetto dell’Eur a Roma: Canoe Rovigo, Canottieri Aniene, Marina Marcantile Nazario Sauro e GS Canoa Catania.

La vigilia non era stata di buon auspicio per le polesane. A questa annata balorda per il virus che ha limitato fortemente la preparazione delle giovani atlete sì è aggiunta la defezione di qualche titolare costringendo così Rovigo ad arrivare alle finali con una formazione rimaneggiata e con atlete costrette a giocare fuori ruolo.

I tecnici hanno così preferito un approccio partita per partita che permettesse alle giovani atlete di crescere gradualmente per arrivare alla finale.

Rammarico per la prima partita con Trieste, che poi vincerà facilmente il titolo: le rodigine si fanno raggiungere ad un minuto dal termine per un banale errore difensivo e chiudono la partita sul 4-4.

Le romane dell’Aniene si impongono poi per 4-2 con la difesa 1-3-1 incapace di reagire.

Anche col Catania è la scarsa reattività della difesa che permette alle siciliane di vincere 4-2.

 Rovigo chiude al quarto posto il gironcino e accede alla semifinale con Aniene duramente provata. La rosa ristretta non ha potuto effettuare i cambi e le titolari sono duramente provate.

In questa gara Rovigo prova a cambiare la tattica difensiva, passare da 1-3-1 a 1-4 per poi aggredire con 1-2-2, e costringe l’armata romana a dare tutto. Solo due reti nel finale costringono alla resa il Rovigo.

È finale 3/4 con Catania, squadra completa e di grande esperienza. Le forze del Rovigo sono al lumicino ma le giocatrici non sono dome di carattere riescono a sopperire alle difficoltà.

La tattica di attacco è eseguita con ordine e disciplina e nel secondo tempo le catanesi vengono prima raggiunte e poi sconfitte a 40 secondi dalla fine.

canoa polo

CANOE ROVIGO U21fem – Da sx Lopez, Mazzanti, Pierro, Caredda, Ventura, Raimondi, Pontecorvo, Lago (All.)

 

La squadra di Rovigo

  • Margherita Pontecorvo: costretta dalle circostanze a giocare in porta difende con sicurezza e sfodera qualche parata difficilissima. Anche in attacco è preziosa, capocannoniere della squadra con 6 reti e realizzatrice del goal della vittoria in finale.
  • Veronica Mazzanti: non si risparmia mai, da centrale organizza la difesa, in attacco orchestra e conclude. Qualità e tempra eccezionali dimostrano perché si è meritata i galloni di capitano.
  • Sara Caredda al rientro dopo un periodo di inattività si dimostra preziosissima. Anche lei costretta fuori ruolo stringendo i denti, riesce a mettere le sue qualità al servizio della squadra recuperando una serie impressionante di palloni.
  • Margherita Raimondi nel suo ruolo di punta ha dato tutto quello che aveva: in difesa ha martellato incessantemente le avversarie ma si è tolta anche il capriccio del goal.
  • Claudia Lopez all’esordio a sorpreso gli osservatori crescendo di minuto in minuto. Per l’inesperienza ha sofferto oltremodo in difesa, in attacco ha fatto valere il suo buon tiro siglando 3 volte.
  • Giada Pierro, la più inesperta del gruppo non si è tirata indietro, permettendo alle titolari di sapere di poter contare su di lei

C.S.



Articoli correlati