Home » BASEBALL

Ferrara si fa onore alle finali nazionali

Terzo posto italiano assoluto per Maia Villani, in prestito a Rovigo. Argento per Buriani con la Bizantina. Gulielmo Abetini campione regionale con San Lazzaro. Esordienti finalmente in campo a Minerbio
21 ottobre 2020 Stampa articolo

FERRARA – Dalle fasi finali delle competizioni nazionali arrivano sorrisi e soddisfazioni per gli atleti del baseball ferrarese. Maia Villani, categoria Under 12, ha concluso la sua prima stagione su un campo da softball cogliendo nientemeno che il terzo posto nazionale dietro alle corazzate Caronno e Bollate (per le milanesi doppietta, dopo il successo della categoria Under 15). Il bronzo è la degna conclusione di una stagione di alto livello, che appena una settimana fa aveva visto la squadra veneta prevalere in semifinale su avversarie del calibro di Ronchi dei Legionari e Forlì. 

Argento nazionale per Dario Buriani, ancora protagonista nella splendida stagione della Bizantina, squadra nata appena lo scorso inverno dalla collaborazione tra Ravenna e Godo. Dopo un’epica semifinale contro San Bonifacio, ripresa e sorpassata all’ultimo attacco, la splendida cavalcata dei romagnoli si è conclusa in finale contro i Lions di Nettuno. Verdetto meritato per i laziali, nuovamente campioni dopo il successo del 2009; altrettanto onore a “Fiamma” e compagni, giunti imbattuti all’ultimo appuntamento, e capaci durante la stagione di soverchiare avversarie eccellenti come Torre Pedrera e Rimini.

Si aggiudica il titolo di campione regionale Guglielmo Abetini, in forza al San Lazzaro. La squadra bolognese si è aggiudicata il trofeo dominando il triangolare conclusivo contro San Marino e Collecchio; traguardo che ridona il sorriso a tutto l’ambiente, a due settimane dal dispiacere della rinuncia per cause sanitarie alle fasi finali under 12.

baseballPer gli atleti ducali e i loro successi, parole di encomio dal Presidente biancorosso Bibi Squarzanti: “Applaudiamo i risultati delle nostre ragazze, dei nostri ragazzi, e anche dei loro compagni, degli allenatori e delle famiglie. Campioni non si nasce, ma si diventa: organizzazione, impegno, ambiente fanno la differenza. Siamo certi che le soddisfazioni di oggi non resteranno uniche. A tutti gli atleti, l’augurio di infinite giornate di gioco sereno e ad alti livelli”.

In casa StudApp, da segnalare infine il ritorno in campo del minibaseball dopo lungo stop. I pulcini ferraresi si sono misurati sabato 17 ottobre contro i pari età di Minerbio; pomeriggio soleggiato ed amichevole, con tanto gioco e molte emozioni per questi piccoli che da tempo sognavano il ritorno in diamante. Padroni di casa più lucidi in difesa, ospiti più incisivi in attacco. Debutto assoluto per Francesco Calabrò, per i fratelli Christian e Nicola Balboni, e per il piccolissimo Nino Anzelotti, che ad appena cinque anni segna due valide e il primo punto della sua (ci auguriamo lunghissima) carriera.

 

C.S.



Articoli correlati