Home » Serie A3, VOLLEY

Marini Delta torna a giocare sul parterre di casa

Vinti: “sogno la coppa Italia, massima concentrazione contro San Donà”
19 Dicembre 2020 Stampa articolo

volleyPORTO VIRO (Rovigo) – Finalmente aria di casa. Dopo il lungo peregrinaggio in trasferta, la Biscottificio Marini Delta Volley torna nella sua tana, il Palasport di Porto Viro. Domenica 20 dicembre la capolista del girone bianco di Serie A3 Credem Banca ospiterà i cugini del Team Volley Club San Donà di Piave: si gioca in anticipo rispetto al consueto orario, con il fischio d’inizio fissato alle ore 16 (come sempre, diretta streaming gratuita su legavolley.tv).

Derby prenatalizio, ma non è certo tempo di regali per i nerofucsia di Massimo Zambonin: l’obiettivo è proseguire lo straordinario filotto di successi raggiungendo quota dieci e non sono previsti sconti per San Donà. Che, dal canto suo, avrebbe un disperato bisogno di fare risultato. I veneziani, infatti, sono ultimi in graduatoria, non hanno ottenuto punti fin qui e nemmeno vinto un set. Sette sconfitte per tre a zero, un macigno sul morale, prima ancora che sulla classifica.

Nel roster a disposizione di coach Rossano Bertocco ci sono giocatori che hanno maturato esperienza anche in categorie superiori, come Bassanello (ex Padova), De Santis, Tassan. Chiocce per un gruppo che, per il resto, è composto da giovani, anzi, giovanissimi in molti casi. Basti pensare che il regista titolare, Mignano, è un ragazzo del 2002, il centrale Lorenzon un 2001, così come le bande Bomben e Palmisano, mentre l’altro schiacciatore, l’ex UniTrento Dietre, è del 2000.

Logico che, per quanto promettenti, i ragazzotti di San Donà stiano facendo fatica a ingranare. In ogni caso, Porto Viro non deve commettere l’errore di approcciare la gara con il “tocco morbido”. Non serve il fioretto, ma la sciabola, come sottolinea l’argentino Bruno Vinti nel prepartita: “Queste sono le partite più difficili, bisogna affrontarle con la concentrazione giusta perché il rischio è quello di scendere in campo rilassati e fare una brutta figura – dice –. Finora, comunque, nelle partite contro squadre di bassa classifica abbiamo sempre giocato con la determinazione necessaria, come successo a Bolzano: siamo stati bravi a far sbagliare tanto l’avversario e a prenderci i tre punti”.

Testa giusta, sempre. Il segreto della capolista Porto Viro fin qui è stato questo e il merito è anche di Vinti: “Non è una sorpresa vederci in cima alla classifica, il Delta è stato sempre primo anche la scorsa stagione e gli obiettivi fissati dal club non sono cambiati, vogliamo chiudere davanti la regular season e poi arrivare in fondo ai playoff – commenta lo schiacciatore nerofucsia –. Se mi aspettavo di avere questo impatto sulla squadra? Sinceramente no, ma mi trovo davvero benissimo qui. Non solo la domenica, ma tutti i giorni: mi sveglio contento e con la voglia di allenarmi perché so che ho dei compagni di altissimo livello e che mi divertirò”.

A proposito di obiettivi, ce n’è uno che sta a cuore a Vinti così come a tutto il clan Marini Delta: chiudere il girone d’andata in testa per qualificarsi ai quarti di finale della Coppa Italia Del Monte di A2/A3: “Non ho mai partecipato a questa competizione e ho una voglia pazzesca di poterla disputare – conclude l’atleta argentino –. La Coppa Italia è una manifestazione storica e conosciuta in tutto il mondo, speriamo di vincere le prossime due partite e di riuscire a qualificarci. Giocare contro una squadra di A2 ci servirebbe anche per capire qual è il nostro livello oggi, se possiamo già competere o meno con formazioni di una categoria superiore”.

C.S.



Articoli correlati