Home » Calcio a 5, Femminile, Serie A

Granzette sfiora il successo

20 Dicembre 2020 Stampa articolo

calcio a 5Granzette-Bisceglie Femminile 2-3 (1-0 P.T.)

Granzette: Famà, Iturriaga, Andreasi, Longato, Troiano, Sinigaglia, Costa, Ardondi, Zanetti, Cappelletto, Dos Santos, Grandi. All. Bassi

Bisceglie Femminile: Oselame, Nicoletti, Villa, Marino, Giuliano, Annese, Ion, Matijevic, Ribeirete, Soldano, Porcelli, Loconsole. All. Ventura

Marcatrici: P.T. 19’59” Andreasi (G); S.T. 8’49” Longato (G), 13′ Ribeirete (B), 16’17” Villa (B), 17’12” Ion (B)

Ammonite: Ion (B), Iturriaga (G)

Arbitri: Andrea Colombo (Modena), Francesco Salmoiraghi (Bologna) Crono: Michele Ronca (Rovigo)

ROVIGO – Ultima giornata del girone di andata del campionato di calcio a 5 femminile di serie A, il Granzette affronta il Bisceglie con la speranza di conquistare qualche punto fondamentale per smuovere la classifica ma nonostante il doppio vantaggio viene raggiunto e superato dalle pugliesi per 2-3.

Per il Granzette scendono in campo: Capitan Andreasi, Troiano, Iturriaga, Longato e tra i pali Famà. Le rodigine recuperano finalmente due giocatrici fondamentali per il loro gioco: Iturriaga che rientra dopo uno stop di qualche settimana e Longato che recupera da una serie di infortuni che l’hanno limitata nell’ultimo anno.

Per il Bisceglie lo starting five è composto da: Nicoletti, Villa, Marino, Giuliano e in porta Oselame.

La prima frazione di gioco si apre a pieni ritmi per le due formazioni che duellano a tutto campo, per il Granzette si propone al primo minuto Longato che veloce recupera palla e si porta in area ma è bravo l’estremo difensore del Bisceglie a murarne gli attacchi. Poco dopo è il turno di Troiano che a metà campo vince un contrasto e parte in solitaria verso la porta, tiro centrale che termina di pochissimo sopra la traversa di Oselame. Risponde Giuliano per le ospiti che prova il tiro da fuori area, ma è alto sopra la traversa. Al 4’ minuto è brava la nero-arancio Famà a mantenere inviolato il risultato, bloccando l’offensiva di Villa che aveva ormai superato la difesa. Le occasioni per il Granzette si sprecano e il gol del vantaggio arriva solo al 19’: Dos Santos recupera palla, passaggio per Longato sulla destra che incrocia a sua volta per Andreasi, tiro che finisce tra le gambe del portiere e gonfia la rete: 1-0. Con la marcatura di Andreasi termina il primo tempo e si va a riposo.

Il match riprende per il Granzette con l’euforia per il vantaggio e ancora Andreasi intercetta un passaggio, si porta verso il vertice e mette in mezzo, velo di Longato per Troiano che tira in porta, ma ancora una volta il portiere del Bisceglie dice no. Al 4’ minuto si fa sotto Iturriaga che recupera palla e serve Longato ma il tiro s’infrange sul palo.

Il gol del raddoppio delle nero-arancio arriva all’8’ con Longato che intercetta palla, scatta sulla fascia sinistra e da posizione defilata beffa sul secondo palo il portiere in uscita: 2-0.

Il Bisceglie non molla e, su fallo di Iturriaga, si guadagna al 13’ il calcio di punizione: Matijevic batte per Ribeirete che infila in rete nell’angolino destro: 2-1. Il gol del pareggio arriva 3’ dopo con Villa che dal limite dell’area riesce a smarcarsi con una finta e con un tiro chirurgico, colpisce il palo e centra la rete: 2-2.

Le padrone di casa non demordono e provano offensive pericolose con Iturriaga, Longato e Troiano ma senza trovare la finalizzazione vincente. Al 17’ giunge anche la marcatura del sorpasso con Ion che centrale serve sulla fascia Giuliano, interviene Famà ma il pallone resta in area e Ion ribadisce in porta: 2-3.

Termina così il match tra Granzette e Bisceglie, gara entusiasmante che ha visto predominare le padrone di casa per buona parte del tempo ma che assegna tre punti alle ospiti. Occasione persa per un soffio per mister Chiara Bassi, che nonostante la sconfitta si dice soddisfatta: “loro sono una buonissima squadra, ordinata che difende bene e riparte bene. Nonostante il risultato sono contenta delle mie atlete perché hanno lottato sempre fino alla fine, anche quando il cronometro ormai diceva che non ci sarebbe più stata speranza. Questo è sicuramente l’atteggiamento giusto ma per ora siamo ancora ferme in classifica e questi punti ci sarebbero serviti, oggi credo che almeno un punto ce lo saremmo meritato. Oggi sono contenta perché ho visto diverse cose positive in campo che mi fanno ben sperare per il prosieguo del campionato. Sono molto felice per Longato perché dopo tredici mesi di infortuni oggi ha fatto il suo primo gol in Serie A. Durante le vacanze natalizie, ci concentreremo sulla partita di recupero contro il Città di Capena prevista per il 6 gennaio e poi ci sarà tutto il girone di ritorno da disputare dove speriamo di recuperare anche Da Rocha”.

Buona prestazione per Alessia Longato che dopo un lungo periodo delicato dal punto di vista fisico torna al gol: “Dopo il brutto infortunio dello scorso anno ne sono susseguiti altri purtroppo e il pieno della mia forma fisica tarda ad arrivare ma ci sto lavorando allenamento dopo allenamento con le mie compagne e con lo staff. La prestazione di oggi è stata un passo avanti per me, mi da maggiore consapevolezza dei miei mezzi e conferme sul fatto che sto lavorando nella giusta direzione. Finalmente è arrivato il mio primo gol in questa Serie A, lo attendevo da molto ed è come se mi fossi tolta un gran peso, purtroppo il risultato ha macchiato tutto questo. Abbiamo giocato contro una squadra ben organizzata e con individualità forti noi, però abbiamo sbagliato diverse occasioni e questa è una cosa che dobbiamo migliorare assolutamente. Sono, però contenta della grinta che abbiamo messo tutte e sono sicura che il girone di ritorno ci potrà dare delle soddisfazioni. La squadra sta crescendo di partita in partita, purtroppo siamo state molto sfortunate in questo girone per via dei vari infortuni di Da Rocha e Pascual, atlete per noi molto importanti ma stiamo lavorando sodo così al loro ritorno saremo pronte per un fine campionato da vero Granzette”.

Prossimo appuntamento previsto per il Granzette sarà il recupero della gara contro il Città di Capena, mercoledì 6 gennaio in trasferta nel Lazio.

C.S.



Articoli correlati