Home » RUGBY

Rugby Rovigo con il Valorugby Emilia perde di misura

3 Gennaio 2021 Stampa articolo

Valorugby Emilia v FEMI-CZ Rugby Rovigo 23-20 (20-6)

Marcatori: p.t. 3’ c.p. Farolini (3-0), 8’ c.p. Farolini (6-0), 12’ c.p. Farolini (9-0), 14’ c.p. Menniti-Ippolito (9-3), 19’ c.p. Farolini (12-3), 22’ c.p. Menniti-Ippolito (12-6), 29’ c.p. Farolini (15-6), 38’ m. Rodriguez (20-6); s.t. 60’ m. Lubian tr. Menniti-Ippolito (20-13), 64’ c.p. Farolini (23-13), 74’ m. Ruggeri tr. Menniti-Ippolito (23-20).

Valorugby Emilia: Farolini; Laeupepe, Majstorovic, Vaega, Bertaccini; Rodriguez, Chillon; Amenta (61’ Gerosa), Conforti (56’ Favaro), Mordacci (cap) (79’ Messori); Ruffolo, Dell’Acqua (50’ Balsemin); Randisi, Luus, Sanavia (69’ Muccignat). all. Manghi

FEMI-CZ Rugby Rovigo: Cozzi; Cioffi, Moscardi, Modena (51’ Uncini), Bacchetti; Menniti-Ippolito, Citton; Greef, Lubian (68’ Cadorini), Ruggeri; Ferro (cap), Canali (68’ Sironi); Swanepoel (68’ Rossi), Momberg (41’ Nicotera), Pomaro (29’ Leccioli). all. Casellato

Arb.: Mitrea (Udine)

AA1 Liperini (Livorno), AA2 Bertelli (Brescia)

Quarto Uomo: Marrazzo (Modena)

Cartellini: al 31’ giallo a Lubian (FEMI-CZ Rugby Rovigo)

Calciatori: Farolini (Valorugby Emilia) 6/8 ; Menniti-Ippolito (FEMI-CZ Rugby Rovigo) 4/4

Note: giornata soleggiata ma fredda con circa 4 gradi. Partita disputata in assenza di pubblico.

Punti conquistati in classifica: Valorugby Emilia 4 , FEMI-CZ Rugby Rovigo 1

Player of the Match: Farolini Davide (Valorugby Emilia)

REGGIO EMILIA – È lo Stadio “Mirabello” di Reggio Emilia ad ospitare il recupero della terza giornata del Peroni TOP10 e la prima partita del nuovo anno. Al termine del match è il Valorugby Emilia ad aggiudicarsi l’incontro con il risultato di 23 a 20.

In un timido sole invernale il Valorugby Emilia inizia con forza il match ottenendo al 3’, per placcaggio alto, un calcio a favore. L’ex Farolini, dalla piazzola, va a fissare i primi tre punti della partita, 3-0. Al 8’ i diavoli optano nuovamente per i pali dopo un calcio a favore, il piede di Farolini è preciso, 6-0. Al 12’ dopo la prima mischia dell’incontro il Valorugby Emilia ottiene un altro calcio a favore. Farolini centra i pali, 9-0. Al 14’ i rossoblù rispondono dalla piazzola con Menniti-Ippolito che va a fissare i primi punti per i bersaglieri, 9-3. Al 19’ i diavoli con Farolini vanno per i pali, lo stesso piazza, 12-3. Il Valorugby commette un fallo per un placcaggio irregolare, ne deriva una punizione per il Rovigo. Menniti-Ippolito centra i pali, 12-6. Al 29’ ancora indisciplina per Rovigo che permette nuovamente la scelta dei pali, Farolini fissa altri tre punti, 15-6. Al 31’ Lubian viene ammonito con un cartellino giallo e il Valorugby con Farolini prova a fissare ulteriori punti dalla piazzola, questa volta però non riesce, 15-6. Al 38’ i diavoli sfruttano la superiorità numerica; Rodriguez riesce a superare la difesa rossoblù e va a segnare la prima meta dell’incontro. Farolini non centra i pali e le squadre tornano così in spogliatoio con il risultato parziale di 20 a 6.

Rugby RovigoIl risultato della ripresa si sblocca solo al 60’ con i rossoblù che dopo una serie di pick and go sui cinque metri avversari vanno in meta con Lubian. Menniti-Ippolito trasforma, 20-13. Al 65’ Farolini allunga lo score dalla piazzola, 23-13. Al 75’ i bersaglieri riescono a varcare la difesa avversaria e ad andare in meta con Ruggeri, Menniti-Ippolito trasforma, 23-20. Nessuna possibilità per il Rovigo di riagganciare il risultato nel finale complice alcuni errori e un’ottima difesa dei diavoli. Il risultato premia quindi il Valorugby Emilia che vince contro la FEMI-CZ Rugby Rovigo Delta per 23 a 20.

I giornalisti accreditati presenti in tribuna hanno decretato Man of the Match Davide Farolini del Valorugby Emilia.

Questo il commento di coach Umberto Casellato al termine del match:”Adesso cerchiamo di ricaricarci, avevamo puntato molto su questa partita a livello di motivazioni e determinazioni. In queste ultime tre partite è mancato quell’ultimo “passetto”, per arrivare a concretizzare. Abbiamo fatto un secondo tempo un po’ più preciso, ritrovando la nostra identità di squadra, fino all’ultima azione dove poi abbiamo perso la palla; nel primo tempo invece abbiamo subito il loro ritmo. Sabato incontriamo Colorno, in una partita che diventa fondamentale per il nostro cammino, dunque teniamo duro e lavoriamo.

C.S.



Articoli correlati