Home » ATLETICA

Assindustria Sport: weekend sul podio

Tre ori per Elena Favaretto ai Campionati italiani Fispes di Ancona. Primati personali per Miani (asta), Cecchet (60hs) e Bergamo (disco), Esekheigbe e Ceglie subito veloci. Squadra assoluta seconda a Vittorio Veneto. Zanon: raduno azzurro
26 Gennaio 2021 Stampa articolo

PADOVA – La stagione invernale è appena iniziata e già fioccano le soddisfazioni in casa Assindustria Sport. Nel ricchissimo fine settimana appena lasciato alle spalle sono stati davvero tanti gli atleti gialloblù che si sono messi in mostra.

 Al Palaindoor di Padova, Matteo Miani ha bissato la vittoria colta all’esordio la settimana precedente nel salto con l’asta, migliorando il suo primato personale, ora portato a 5.20 metri. È stato proprio il suo acuto a chiudere la manifestazione, con 10 centimetri di progresso. Nei 60 ostacoli, record personale di 8/100 per Cristopher Cecchet, sceso a 8”13, tempo che gli è valso il secondo posto. Stesso piazzamento per Fabrizio Ceglie, che si vede soffiare la vittoria dei 60 solo per un centesimo (6”80), dopo essere stato il più veloce in batteria (6”75). E, sempre in tema sprint, la 19enne Hope Esekheigbe è terza ma con lo stesso tempo della seconda, un 7”51 che nel suo caso significa anche la seconda prestazione della carriera, a tre centesimi dal personale. La panoramica sulle gare in sala si chiude poi con le terze piazze di Marvellous Eghianruwa nel triplo (14.78) e di Martina Agostini nei 60 hs allieve (9”13).

 Assindustria Sport in evidenza anche nello storico 36° Cross Città della Vittoria, a Vittorio Veneto. Lo spettacolo delle campestri non viene fermato nemmeno delle normative Covid e, in una giornata invernale, caratterizzata da freddo e forte vento, regala grandi spunti agonistici. In evidenza, in particolare, il veneziano Thomas D’Este, splendido secondo dopo essere partito in uno degli ultimi raggruppamenti nei 7 chilometri della gara juniores, in 23’52”. Ma a brillare è anche l’intera squadra assoluta, sulla piazza d’onore con Martellato, Zampis e Valandro.

gare di atletica

Padova: arrivo dei 60 piani femminili

Soddisfazioni anche dai lanci, nella prima prova regionale dei campionati italiani invernali, al Campo San Giuliano di Mestre. Pioggia e freddo non hanno fermato Margherita Randazzo, capace di prevalere nella gara under 20 del giavellotto, con 38.34 metri. Da segnalare il progresso dell’allieva rodigina Taré Miriam Bergamo, arrivata a 42.23 nel disco, dove si è classificata seconda. Successi nel martello per Luca Marchiori (51.21) e Anna Bonato (48.74, davanti alla compagna di maglia Greta Zin 48.02), poi terza nel disco (36.64).

 Non ha gareggiato ma è entrata in clima agonistico l’azzurra Veronica Zanon, che da venerdì scorso è in raduno al Palaindoor di Ancona assieme ai triplisti della nazionale, con cui rimarrà fino al 30 gennaio: con lei Simone Biasutti, Andrea Dallavalle (Fiamme Gialle) e Ottavia Cestonaro (Carabinieri).

 Infine, merita una menzione speciale Elena Favaretto, atleta non vedente (categoria T11) che ha rappresentato Assindustria Sport ai Campionati italiani Paralimpici indoor di Ancona, in cui la società gialloblù ha fatto il suo esordio nel mondo FISPES, la Federazione Italiana Sport Paralimpici e Sperimentali. Elena ha dominato tutte e tre le gare della sua categoria, vincendo tre splendide medaglie d’oro nel peso (5.96 metri), nel disco (19.36) e nel giavellotto (9.54).

Nelle foto (Ardelean/Fidal Veneto) l’arrivo dei 60 maschili e femminili al Palaindoor di Padova; D’Este sul podio di Vittorio Veneto; Randazzo e le giavellottiste a Mestre; Favaretto assieme al suo accompagnatore con le medaglie vinte ad Ancona

 

C.S.



Articoli correlati