Home » BASEBALL

Arrivato il coach cubano Soto Diaz

E’ iniziata l’avventura italiana di Josè Antonio Soto Diaz, il nuovo coach cubano chiamato a prendere in mano le redini del progetto tecnico del Baseball Softball Club Rovigo
29 Gennaio 2021 Stampa articolo

arrivato il nuovo coach cubano a RovigoROVIGO – E’ iniziata l’avventura italiana di Josè Antonio Soto Diaz, il nuovo coach cubano chiamato a prendere in mano le redini del progetto tecnico del Baseball Softball Club Rovigo. Atterrato a Venezia nella giornata di lunedì, è stato subito accompagnato in macchina verso il capoluogo polesano per le presentazioni di rito con dirigenti e tecnici rossoblù. Un primo contatto che ha restituito subito buone sensazioni che fanno ben sperare per il percorso di inserimento del quotato coach.

Grazie a Soto Diaz si rafforza ulteriormente il legame tra la società di via Vittorio Veneto e l’isola di Cuba. Il neo arrivato si affiancherà infatti a Leonardo Mena e Yoel Becerra, gli altri due tecnici cubani del Baseball Softball Club Rovigo attesi al ritorno in Italia fra circa un mese. Ma, soprattutto, Soto Diaz è chiamato a raccogliere l’eredità lasciata da Fidel Reinoso, storico allenatore rossoblù che, dopo 22 anni a Rovigo, alla fine della scorsa stagione ha deciso di fare definitivamente ritorno alla sua Pinar del Rio, città da cui arrivano e sono arrivati tutti i coach cubani del Baseball Sofbtall Club Rovigo.

Tra tutti questi forse Soto Diaz è quello con il curriculum più significativo. Ha giocato per molti anni nella massima serie cubana. Ha vestito anche la maglia della selezione nazionale nel ruolo di ricevitore. Smessi i panni di giocatore, si è specializzato nella gestione e programmazione tecnica del baseball, inanellando esperienze di spessore che l’hanno portato anche all’estero, come in Colombia e Venezuela. A Rovigo guiderà la formazione seniores del baseball che disputerà il campionato di Serie A2, ma sarà anche la figura di riferimento per i tanti giovani allenatori che stanno crescendo all’interno del club rossoblù. Tornerà anche a lavorare a fianco di Yoel Becerra, con cui aveva già collaborato a Cuba.

“Sono molto contento di aver avuto questa opportunità. Fidel mi ha parlato sempre molto bene di Rovigo. Sono pronto a mettere a disposizione della società tutta la mia esperienza – ha spiegato Soto Diaz, che poi ha scherzosamente sottolineato le cose che lo hanno maggiormente impressionato al suo arrivo a Rovigo – Sicuramente mi ha stupito il gran numero di macchine che qui circolano per strada e poi la quantità di merce che si trova nei supermercati. A Cuba abbiamo numeri ben diversi”.

Soto Diaz sarà naturalmente a disposizione anche dei tanti giovani che già frequentano il diamante della Tassina e di tutti coloro che anche in questo periodo invernale vorranno avvicinarsi al batti e corri. Le porte del Baseball Softball Club Rovigo restano infatti sempre aperte. C’è, inoltre, una bella novità che facilita le attività destinate alle categorie più giovani: la Fibs ha da poco dato il via libera all’organizzazioni degli allenamenti indoor. La società rossoblù non si è fatta attendere e ha già progettato un’attività giovanile divisa tra il campo di via Vittorio Veneto e la palestra “Barbujani” della Tassina. I primi allenamenti indoor sono già iniziati lunedì. 

C.S.



Articoli correlati