Home » Calcio a 5, Femminile, Serie A

Granzette in crescita, ma non basta!

Buona performance del Granzette sul parterre di casa ma non riesce a superare le più quotate ospiti che tornano a casa con il bottino pieno
1 Febbraio 2021 Stampa articolo

calcio a 5Granzette-Montesilvano 1-4 (1-3 P.T.)

Granzette: Famà, Iturriaga, Andreasi, Longato, Troiano, Sinigaglia, Costa, Zanetti, Pereira, Dos Santos, Dayane, Grandi. All. Bassi

Montesilvano: Sestari, D’incecco, Amparo, Lucileia, Jessika, Coppari, Ciferni, Ortega, Guidotti, Xhaxho, Belli, Esposito. All. Santangelo

Marcatrici: P.T. 1’10” Andreasi (G), 3’41” Lucileia (M), 14’32” Ortega (M), 18’48” Xhaxho (M); S.T. 17’39” Amparo (M)

Ammonite: Jessika (M)

Arbitri: Francesco Cocco (Parma), Mirko Cino (Modena) Crono: Olga De Giorgi (Modena)

ROVIGO – Buona prestazione per il Granzette che, in casa, grazie al gol del suo capitano Andreasi trova il vantaggio nel primo tempo e argina diverse controffensive pericolose del Montesilvano, partita combattuta ma molto sportiva che termina però a favore delle ospiti per 4-1. Il Granzette ancora una volta non ce la fa, nonostante l’impegno e i miglioramenti visibili della squadra non riesce a incassare i tre punti tanto preziosi in chiave salvezza.

Gara molto bella tra due squadre che si trovano agli antipodi della classifica e per nulla scontata, infatti, nel primo tempo il Granzette si trova in vantaggio al 1’ con il gol di Andreasi: Troiano recupera palla, parte sulla sinistra e scarica sulla destra per Andreasi che da fuori area calcia preciso sul secondo palo e infila in rete il gol del vantaggio nero-arancio 1-0.

Risponde due minuti dopo il Montesilvano con Lucileia che riceve palla e sulla destra da fuori area decentrata mette sul primo palo sorprendendo Famà, estremo difensore del Granzette, riportando la parità in campo: 1-1. Il Granzette ci crede e al 6’ grande numero di Iturriaga che recupera palla e va via tra due avversarie, scarica su Troiano che prova il tiro sulla sinistra ma esce di poco. Le ospiti mostrano tutta la loro forza e Famà viene impegnata più volte da Lucileia, Amparo e Ortega ma l’estremo difensore mura la porta. Al 10’ ottima circolazione di palla del Granzette che termina l’azione con il tiro di Longato che però è parato dalla n.1 del Montesilvano, Sestari.

Il gol dello sblocco arriva al 14’ con Ortega che recupera palla e tira di punta sul secondo palo, palla che termina in rete: 1-2. Famà continua ad essere interpellata dalle ospiti ma risponde sempre con decisione sventandone gli attacchi. Le occasioni per le due formazioni si sprecano e la rete dell’allungo delle pescaresi giunge al 18’ con Manieri che dalla destra decentrata tira e Xhaxho devia in rete: 1-3.

La seconda frazione si apre con il Montesilvano che gioca per tuti i primi cinque minuti nella metà campo del Granzette, le bianco-azzurre mirano a chiudere la partita e ad aumentare il divario reti, prima con Belli e poi con Coppari ma la difesa nero-arancio si chiude bene. Al 7’ Longato si fa trovare pronta dalla compagna e piazza un tiro sul primo palo ma Sestari dice no. Risponde il Montesilvano con Guidotti e Xhaxho che tentano le finalizzazioni, ma ancora una volta Famà blocca il risultato. Al 10’ Iturriaga si fa trovare davanti al portiere e carica il tiro, chiusura in scivolata del difensore. Ci riprova ancora il Granzette e si crea lo spazio per il tiro di Pereira che colpisce il palo e termina fuori, occasione ghiotta per sfiorare il gol. Le due formazioni si alternano in attacco ma senza trovare la finalizzazione fortunata, i cambi di Mister Santangelo si sprecano e il Montesilvano riesce a mantenere il controllo della partita. Al 17’ arriva anche il gol del 1-4 con Amparo che sulla sinistra salta la difesa nero-arancio e in scivolata infila alle spalle di Famà.

Con questa marcatura termina il match tra la seconda della classe e il Granzette, tre punti importanti per il Montesilvano che si mantiene a -4 della capolista.

“Dobbiamo essere contenti di com’è andata – commenta Coach Chiara Bassi del Granzette – di fronte avevamo la squadra che esprime il miglior gioco in campionato, ci sono giocatrici riconosciute a livello mondiale per cui possiamo essere assolutamente felici, contenti e soddisfatti. Abbiamo preparato bene la partita e le ragazze hanno fatto esattamente quello che abbiamo provato in settimana, è chiaro però che ogni volta c’è sempre un po’ di rammarico perché 4-1 forse è un risultato troppo largo, alla fine, anche il palo di Pereira, però la squadra ha lottato, non ha mai mollato nemmeno quando il risultato sembrava ormai definitivo, questo è l’atteggiamento che a me piace e che ci porterà sicuramente, prima o poi, a raccogliere i punti che ci servono e ci meritiamo. Loro cambiavano a quartetti le giocatrici e questo a differenza nostra, che stiamo ancora recuperando Da Rocha, permette di mantenere un livello fisico sempre alto. Si riparte da qui a lavorare ancora più duramente in vista dei prossimi impegni di campionato, abbiamo due scontri diretti con il Cagliari prima e poi con il Pelletterie, dove dovremo cercare di fare punti per non andare ai play out. Abbiamo visto anche oggi che possiamo giocarcela con tutti, il Montesilvano è per me la miglior squadra che esprime il miglior gioco e non siamo scese in campo già battute anzi abbiamo avuto occasioni fino alla fine, per cui sono fiduciosa.”

“è molto importante che questo gruppo riesca a rendersi conto del grande lavoro che riusciamo a fare quando siamo concentrate e affrontiamo le partite come una squadra che sa già che soffrirà e sa che dovrà aiutarsi per uscirne insieme – commenta Sara Iturriaga del Granzette – è questo il segreto per riuscire a salvarci, non riusciremo ad arrivare al livello del Montesilvano però stiamo sicuramente migliorando partita dopo partita. Detto questo, è difficile vincere queste gare, sono triste per l’ennesima sconfitta ma sono pronta a migliorare sugli errori. Non accettiamo più di sbagliare perché è arrivato il momento di affrontare il campionato con la testa, il cuore e il corpo di come ce lo siamo immaginato all’inizio. Tutto quello che abbiamo passato fino ad ora, è di grande insegnamento, una ‘Master class’, e ora ci dobbiamo regalare e, regalare anche a chi ci segue, un grande sorriso con una vittoria.”

La prossima gara del Granzette sarà contro il Cagliari in trasferta domenica 7 febbraio, appuntamento importante per le ragazze di mister Bassi per cercare di sbloccare la classifica e recuperare punti fondamentali per la salvezza.

C.S.



Articoli correlati