Home » MOTORI

Adria Rally Show, il primo ballo di Rampazzo

La nuova stagione del pilota di Montegrotto si aprirà all’Adria International Raceway, una partecipazione spot in attesa di svelare il programma agonistico per l’annata alle porte.
8 Febbraio 2021 Stampa articolo

rallyMONTEGROTTO TERME (Padova) – Si contano sulle dita di una mano i giorni che separano Renzo Rampazzo dal calarsi nuovamente nell’abitacolo della fida Renault Clio R3.

Dal 12 al 14 febbraio, all’Adria International Raceway, andrà in scena la seconda edizione di Adria Rally Show, un evento che, pur sfidando i puristi del settore, si conferma un successo.

Stando alle indiscrezioni della vigilia si parla di oltre cento concorrenti che scenderanno in Polesine nel fine settimana, a conferma di un format atipico che incontra il favore dei piloti.

“Non è un mistero che non ami questa tipologia di rally in circuito” – racconta Rampazzo – “perché, per me, il rally è tutt’altra cosa. Va però ammesso che gli organizzatori di Adria Rally Show sono stati capaci, già dalla scorsa edizione, di dare una veste più rallistica all’evento. Il fatto che, nella stessa prova speciale, si passi dal kartodromo all’autodromo, collegati da un toboga su un piazzale cementato, dona a questo evento un sapore più rallistico, con tre cambi di fondo e tratti guidati che si alternano alle alte velocità. Innegabile è anche il fatto che si corre vicino a casa nostra e, di conseguenza, abbiamo deciso di presentarci al via in quest’annata.”

Archiviato un 2020 chiuso in sostanziale pareggio, due secondi posti di classe alternati a due stop forzati, per il pilota di Montegrotto Terme la presenza ad Adria Rally Show è da vedersi unicamente in chiave test di inizio stagione, in attesa di svelare il proprio programma sportivo.

Due le certezze alla base di questo ovvero la scuderia, con la riconferma della patavina La Superba, e con il supporto tecnico e logistico che continuerà ad essere gestito da Baldon Rally.

L’affiatamento, a primo contatto, già visto a Schio ha spinto Rampazzo a rinnovare la propria fiducia anche a Michael Guglielmi, detentore del sedile di destra sulla vettura di casa Renault.

“Sfrutteremo questo evento” – aggiunge Rampazzo – “per lavorare sulla nostra vettura e per migliorare il feeling con Michael in abitacolo. Non abbiamo particolari obiettivi se non questi.”

La seconda edizione di Adria Rally Show vedrà la classe R3C, abituale terreno di caccia di Rampazzo, saltare la qualifying stage “Rovigo Run” (4,72 km) del venerdì sera, iniziando la propria avventura direttamente al sabato, sui due passaggi della “Adria Long Run” (12,85 km) per poi completare la frazione di giornata sulla “Adria Grand Prix” (17,88 km).

Due i tratti cronometrati previsti alla domenica seguente, la ripetizione di “Adria Grand Prix” e la “International Karting Track” (2,92 km), quest’ultima da disputarsi all’Adria Karting Raceway.

“In questa tipologia di competizioni” – conclude Rampazzo – “affrontiamo mille ripartenze e, per una vettura come la nostra, non è certo facile poter essere competitivi a livello assoluto. Nel confronto con auto più performanti, soprattutto quelle turbo, non abbiamo alcuna speranza. Dal canto nostro cercheremo di dare il massimo e di prepararci al meglio per le prossime uscite.”

C.S.



Articoli correlati