Home » MOTORI

Adria Rally Show, Finotti, Doria e la gara di casa

Settima partecipazione in provincia di Rovigo per il pilota di Taglio di Po, affiancato dal navigatore di Chioggia, desideroso di aprire il 2021 con un risultato prestigioso.
9 Febbraio 2021 Stampa articolo

Adria Rally ShowTAGLIO DI PO (Rovigo) – È iniziato ufficialmente in conto alla rovescia per Eros Finotti e Nicola Doria, in vista della seconda edizione di Adria Rally Show, evento a carattere rallistico che si articolerà all’interno dell’Adria International Raceway e del limitrofo Adria Karting Raceway, in programma per i prossimi 12, 13 e 14 febbraio in provincia di Rovigo.

Un’occasione speciale per il pilota di Taglio di Po, come sempre affiancato dal navigatore di Chioggia, il quale spegnerà la candelina della sua settima partecipazione alla gara di casa.

“Un giorno un mio amico mi ha detto che ho un amore viscerale per il Rally di Adria” – racconta Finotti – “ed è proprio così perché ho affrontato la gara di casa in tutte le versioni sin qui fatte. Moderno, storico ed ora anche in circuito. Non sono mai stato particolarmente fortunato a casa mia, a parte l’edizione storica del 2014 dove abbiamo chiuso quarti assoluti, ma le motivazioni e la voglia di partecipare rimangono sempre intatte. È quasi un obbligo, per i polesani, esserci.”

Confermato in toto anche il pacchetto tecnico con la coppia che tornerà a calarsi nell’abitacolo della Peugeot 208 R2 griffata Baldon Rally, decisi a migliorare il quarto posto della passata edizione e con tanta voglia di occupare uno dei tre gradini del podio finale in classe R2B.

“Con il team Baldon Rally siamo molto affiatati” – sottolinea Finotti – “e siamo certi che la loro professionalità ci permetterà di essere competitivi anche quest’anno. Ritroveremo la nostra Peugeot 208 R2 assettata come nel 2020 e cercheremo di migliorare ulteriormente. Certo, non è il nostro campo di gara ideale, preferiamo le strade esterne, ma daremo comunque tutto.”

Tre le giornate di gara previste per questa seconda edizione di Adria Rally Show ma i concorrenti della classe R2B non affronteranno la qualifying stage “Rovigo Run” (4,72 km) del venerdì sera, dando il via ufficiale alla sfida soltanto al sabato, in mattinata.

La seconda frazione, la più corposa, si articolerà su due passaggi della “Adria Long Run” (12,85 km) e si concluderà con l’unico sulla “Adria Grand Prix” (17,88 km).

Le battute finali saranno riservate alla domenica, due soli i crono previsti, con la ripetizione di “Adria Grand Prix” e con la corta “International Karting Track” (2,92 km) a chiudere il cerchio.

Trattandosi di evento a porte chiuse l’organizzazione riproporrà la succosa diretta televisiva già vista lo scorso anno, allargata dallo streaming su tutti i social media messi a disposizione.

“Da un lato sono felicissimo di risalire finalmente in macchina” – racconta Doria – “e dall’altro un po’ dispiaciuto per il fatto che la gara sarà a porte chiuse. Davvero un peccato. Parlando solo del lato sportivo abbiamo una gran voglia di riscatto, dopo l’amaro epilogo del 2020 al Dolomiti. Sarà un tracciato rinnovato, in parte, e quindi un’incognita per tutti. La gara di casa dona sempre quel pizzico di carica in più quindi cercheremo di sfruttare l’esperienza del 2020.”

C.S.



Articoli correlati