Home » Volley Giovanile

Pronti in campo con le categorie giovanili nazionali

10 Marzo 2021 Stampa articolo

ROVIGO – È finalmente arrivato il tanto atteso momento, per la pallavolo polesana, di tornare in campo. A rompere il ghiaccio saranno le categorie giovanili di interesse nazionale.

Venerdì 12 marzo a dare il via ai campionati saranno le squadre impegnate nella categoria Under 19 femminile. A seguire, sabato 13 marzo, l’Under 15 femminile e domenica 14 marzo l’Under 17 femminile.

 Le formazioni allo start di partenza: Under 19 femminile nazionale: venerdì 12 marzo partirà il campionato di categoria Under 19 femminile, a cui hanno aderito tredici squadre di 12 società. La formula prevede una prima fase di qualificazione con la distribuzione delle tredici formazioni in tre gironi, due da quattro e uno da cinque squadre, che con formula all’italiana giocheranno una prima fase di gare di andata e ritorno:  il girone A è composto da: Adria Volley, Project Star Volley – Officine Varisco, Polisportiva San Pio X e Volley Ball Polesella.

Il girone B è composto da: Pallavolo Occhiobello, Gs Volpe Sicell, Gs Fruvit, Polisportiva Qui Sport – Futurvolley U19F e Gs Tor Castelmassa.

Il girone C è composto da: Project Star Volley, Asaf – Cecchetti Sedie, Gsd Real Pontecchio Volley e Gs Avanzo Pallavolo Badia – Team Volley Academy. Al termine delle qualificazioni, accedono alla fase finale le prime due classificate di ogni girone e le migliori due terze classificate della classifica avulsa.

I quarti di finale si giocheranno venerdì 28 maggio 2021, le semifinali mercoledì 3 giugno 2021, mentre la finale in campo neutro si terrà domenica 6 giugno 2021. La squadra vincitrice del campionato Under 19 femminile nazionale accederà alla fase regionale del Veneto.

Under 15 femminile nazionale: Le dodici formazioni iscritte scenderanno in campo sabato 13 marzo, al termine del campionato di categoria Under 18 femminile iniziato a fine settembre, per permettere il coinvolgimento di atlete impegnate in entrambe le competizioni.

Il campionato Under 15 femminile seguirà lo stesso format del campionato Under 19, con una fase a gironi di qualificazione con gare di andata e ritorno. L’accesso ai quarti di finale di sabato 29 maggio 2021 è previsto per le prime quattro classificate di ogni girone. Le semifinali sono previste mercoledì 2 giugno 2021 e la finale su campo neutro sarà domenica 6 giugno 2021.

I gironi di qualificazione sono così suddivisi: il girone A è composto da Asaf Cecchetti Sedie, Adria Volley, Sermide Volley, Pallavolo Occhiobello, Polisportiva San Bortolo e Gs Volpe-Sicell; il girone B è composto da Volley Ariano, Polisportiva Città di Lendinara – Futurvolley, Junior Volley Porto Viro-Gallery Girl Red, Polisportiva San Pio X, Ss Scardovari Volley e Vilos Volley. La squadra vincitrice del campionato Under 15 femminile nazionale accederà alla fase regionale del Veneto.

Under 17 femminile nazionale: Quest’anno saranno dodici le formazioni che scenderanno in campo per questa categoria: Pallavolo Occhiobello, Gs Fruvit, Gs Volpe-Sicell, Gs Tor Castelmassa, Gs Avanzo Pallavolo Badia – Team Volley Academy, Polisportiva Qui Sport – Futurvolley U17F andranno a comporre il girone A, mentre Project Star Volley, Junior Volley Porto Viro – Delta Volley Siderferrari, Polisportiva San Bortolo, Gsd Real Pontecchio Volley, Volley Ball Polesella e Volley Ariano andranno a comporre il girone B.

Anche per questo campionato la formula è quella all’italiana, con una fase di qualificazione con gare di andata e ritorno che determineranno le prime quattro squadre qualificate per ogni girone, che passeranno ai quarti di finale di domenica 30 maggio 2021. Le semifinali sono previste domenica 6 giugno 2021 e la finale sarà domenica 13 giugno 2021 in campo neutro. La squadra vincitrice del campionato Under 17 femminile nazionale accederà alla fase regionale del Veneto.

“Sapevamo che sarebbe stata una stagione sportiva coraggiosa – interviene Natascia Vianello, riconfermata presidente di Fipav Rovigo poche settimane fa – assieme al nuovo consiglio, abbiamo attentamente analizzato l’attuale situazione per prendere questa decisione. Lo sport è stato fin da subito etichettato come attività non essenziale; da sportiva ho faticato ad accettare questo termine, ma il buonsenso mi ha portato a fare un passo indietro pensando fosse per un breve periodo. Dopo un anno trovo necessario che le Federazioni e gli Enti di promozione, laddove possibile e nel rispetto dei protocolli anti-contagio delle varie discipline sportive, ritornino ad essere portatori sani di sport sia per i giovani che per i meno giovani.

Come Fipav Rovigo abbiamo quindi rimesso in gioco più attività possibili (tra quelle riconosciute attuabili dal Coni) per dare ai nostri associati più scelta limitando le problematiche di ricomposizione gruppi squadra. Abbiamo eliminato ogni forma di tassa e/o sanzione annullando eventuali gare che non potranno essere giocate. Abbiamo lasciato massima libertà di partecipazione, nessun obbligo, gioca chi può, gioca chi se la sente e gioca chi ne ha bisogno.

Chi non gioca oggi lo aspettiamo per giocare con noi in futuro; piano piano il numero dei vaccinati aumenta. Non possiamo garantire ai nostri ragazzi il normale campionato agonistico di sempre, ma possiamo dare loro qualche ora di sana, sportiva normalità in sicurezza. Perché “mens sana in corpore sano.”

C.S.



Articoli correlati