Home » SECONDO PIANO, Tiro con l'arco

Due Tigri sempre attive…

20 Marzo 2021 Stampa articolo

VILLADOSE (Rovigo) – Continua l’attività agonistica degli Arcieri delle Due Tigri di Villadose, nonostante l’attività agonistica sia limitata, non solamente per il tiro con l’arco, a causa delle vicende legate alla situazione pandemica.

Gli arcieri polesani hanno continuato a scendere, in sicurezza, sulle linee di tiro delle varie società che, non senza difficoltà, sono riuscite ad organizzare gare indoor in questo inverno “caldo”.

Nel week end antecedente la Festa dell’Immacolata a Cornegliana di Due Carrare (Padova) in occasione del 7° Indoor dei Carraresi – gara sulla distanza dei 18 metri si è distinto Nicola Ballarin, AN SM, 6° con 477 punti.

Il week end successivo (12-13/12/2020) nella gara di Santa Maria di Sala (VE) per il 9° Indoor Arcieri di Stigliano, sempre sui 18 mt due alfieri della società polesana hanno portato lustro alla compagnia: Michele Lavezzo, OL SM, 11° con 446 punti e Giancarlo Tescaro, AN MM, 4° con 364 punti, ed essendo la prima gara come Arco Nudo grande soddisfazione per lui.

Poco prima delle festività natalizie in provincia di Padova, in occasione del 9° Trofeo Niche Città di Este, gara indoor a 18 metri, Michele Lavezzo, Giancarlo Tescaro e Nicola Ballarin si sono presentati sulla linea di tiro con buoni risultati: Michele Lavezzo, OL SM, 10° con 448 punti, Giancarlo Tescaro, OL MM, 19° con 461 punti, raddoppiando la partecipazione come AN MM, 8° con 391 punti. Nicola Ballarin in questa occasione si conferma in grande forma con un argento. Sarà infatti 2° con 500 punti (AN SM). Argento dolcissimo per lui, siglando il suo record personale.

gara regionale di tito con l'arco

Cristina Ferracin ai regionali

L’anno nuovo vede ancora protagonisti gli arcieri polesani che nel fine settimana del 23-24 gennaio a Zero Branco (TV) nel 12° Trofeo Villa Guidini, ancora una volta rappresentati da Michele Lavezzo e Giancarlo Tescaro, ben figurano rispettivamente con i seguenti piazzamenti: Lavezzo, OL SM, 15° con 390 punti e Tescaro, AN MM, 7° con 402 punti.

La Befana quest’anno non ha portato il consueto appuntamento con gli arcieri del Sagittario del Veneto, causa zona rossa, il ventesimo Trofeo Indoor del Sagittario si è posticipato a San Valentino. I polesani calano il poker di partecipanti: Michele Lavezzo, OL SM, 15° con 390 punti, Cristina Ferracin, OL SF, 8° con 449 punti – prima gara di ripresa da settembre – risultato un po’ sottotono per “mamma Tigre” ma era l’occasione per tornare in campo, Giancarlo Tescaro, OL MM, 12° con 483 punti e Nicola Ballarin, AN SM, 4° con 488 punti, di poco fuori dal podio.

Grazie ai punteggi delle due migliori gare dello scorso anno (pre-covid) volano ai regionali per le Tigri

Cristina Ferracin OL SF, 13^ con 1032 punti, Nicola Ballarin AN SM, 10° con 977 punti.

Il settore giovanile delle Tigri, sempre attivo e fonte di soddisfazioni, vede Viviana Fabiano (OL AF) e Angelo Gori (OL JM) qualificati come le riserve, non avendo avuto la possibilità di migliorare i punteggi dato che l’attività giovanile è stata di fatto sospesa per mancanza di utilizzo di impianti indoor, situazione che ha penalizzato non poco i giovani atleti nero-arancio.

Nella fantastica cornice dell’ex filanda di Santa Lucia di Piave (TV) si sono svolti i Campionati Regionali Indoor ed ancora una volta i polesani non hanno deluso le aspettative.

Il 20 febbraio 2021 Nicola Ballarin, AN SM, si classifica al 6° con 485 punti, qualificato 16° negli assoluti, è stato sconfitto al primo scontro per 7-3 da Daniele Gobbo degli Arcieri di Vicenza.

La domenica successiva, Cristina Ferracin, OL SM, 13° con 464 punti al suo attivo.

Stagione indoor, tutto sommato positiva per le Due Tigri, sicuramente penalizzate forse anche più di altre società a causa delle restrizioni anti Covid, che le ha private di impianti comunali dove allenarsi, nonostante i vari DPCM avessero dato la possibilità di prosecuzione a tutte le attività agonistiche di interesse nazionale, come da provvedimenti CONI. Gli allenamenti per le gare al coperto sono stati condotti sul campo esterno, con condizioni metereologiche che non rispecchiano le condizioni ottimali che si riscontrano in palestra.

A nulla è valso il dialogo intrapreso con le istituzioni per sostenere che utilizzando i giusti protocolli sanitari adottati nelle competizioni, in rispetto alla normativa recepita dalla Federazione, anche questo sport si può praticare in sicurezza, con buon senso per sé stessi e per gli amici/avversari.

Alla fine di marzo nell’impianto sportivo di Canale di Ceregnano, per la precisione domenica 28, gli Arcieri delle Due Tigri organizzeranno il loro “1° 72 Roarr” con tipologia 72 frecce in sostituzione dell’ormai famoso “900 Rooar” in quanto quest’ultimo, essendo una gara con la formula 900 round, non valida ai fini del ranking, non è pertanto di “interesse nazionale” e, dunque, non disputabile.

Sarà l’occasione per tornare a tirare “in esterno” e scaldare gli archi in vista dell’appuntamento estivo, ad agosto, con un’altra gara a 72 frecce, che per motivi legati alla pandemia, andrà a sostituire il “Trofeo delle Tigri” 25+18, indoor che normalmente è disputato in novembre al palazzetto dello sport di Villadose.

C.S.



Articoli correlati