Home » BASKET, Femminile, Serie B

Solmec a punteggio pieno

Rhodigium Basket piega anche Montecchio Maggiore e rimane al vertice della classifica, che per ora divide con Abano, imbattuta
28 Marzo 2021 Stampa articolo

Solmec Rhodigium Basket – Montecchio Maggiore 71 – 61

Solmec: Vettore 4, Malin ne, Vaccarini 3, Turri 18, Veronese 1, Castria 4, Ferri 16, Sorrentino 9, Furlani 3, Ballarin 13, Venturi ne, Modena. All.ce: Pegoraro, Vice all.: Bereziartua.

Montecchio: Varalta, Maculan V. 6, Zanuso 17, Maculan A., Anselmi, Storti 24, Bisognin, Curti 11, Zampieri 3, Longhi ne, Scalzotto, Lesca ne. All.re: Callegaro.

Arbitri: Quaggia di Fossò (Ve) e Vescovo di Pianiga (Ve)

Tiri Liberi: Solmec 12/29 – Montecchio 11/16 Uscite per falli: Furlani al 7’ del quarto tempo.

ROVIGO – Che non sarebbe stata una partita semplice lo aveva preannunciato coach Pegoraro qualche giorno prima del match. Che le caratteristiche di gioco di Montecchio Maggiore avrebbero creato più di qualche difficoltà alla squadra rossoblù lo si era messo in preventivo, ma tra alti e bassi, Solmec Rhodigium Basket ha portato a casa i 2 punti con energia e con una grande personalità di squadra.

Adesso sono tre le vittorie consecutive in questo campionato, il primato in classifica e un derby giovedì prossimo (1° aprile) con le cugine del Thermal Casa Basket che indicherà definitivamente di che pasta è fatta la Solmec. In caso di vittoria giovedì le ragazze di coach Pegoraro rimarranno in vetta solitaria e si prepareranno ad un girone di ritorno che le vedrà come squadra da battere.

Venendo al match contro Montecchio Maggiore coach Pegoraro conferma il quintetto di partenza con Castria, Turri, Ballarin, Ferri e Furlani. Ballarin e compagne cominciano con grande intensità, e con pressione difensiva e attacchi veloci riescono a condurre per 12 a 3 al quinto minuto. Zanuso, leader esperta del quintetto vicentino, ferma l’emorragia con un tiro da tre. Coach Pegoraro manda in campo Vaccarini, Veronese e Sorrentino già nel primo quarto e l’intensità non cambia, anzi la squadra rodigina chiude il primo quarto 20 a 8. Unica nota negativa che condizionerà poi tutta la partita le percentuali ai tiri liberi: tantissimi errori per Rovigo, che avrebbe decisamente potuto aumentare il divario con le avversarie.

Nel secondo quarto la musica per Ballarin e compagne purtroppo cambia; Montecchio sceglie di chiudersi in difesa a zona 3- 2 e questo ha per le ragazze vicentine l’effetto sperato: i ritmi calano, Rhodigium non riesce più a giocare in contropiede e in velocità e il bel gioco in 1 contro 1 e le collaborazioni con le lunghe vengono a mancare. Si rivede in campo dopo due settimane anche Maria Sole Vettore che con un paio di azioni personali prova a tenere a distanza Montecchio Maggiore, ma a questo punto l’inerzia non è più dalla parte della Solmec e alcune distrazioni difensive fanno si che si chiuda il secondo quarto con il punteggio di 33 a 31. Tutto da rifare per Ballarin e compagne nel secondo tempo.

Nel terzo quarto coach Pegoraro riparte con una novità: quintetto piccolo con Ballarin utilizzata da numero 4 per poter marcare Zanuso, decisamente la giocatrice più in serata fino a quel momento. Castria, Turri, Vettore, Ballarin e Ferri alla ripartenza. La scelta dello staff tecnico sembra pagare, Zanuso viene limitata egregiamente e il gioco torna a girare un po’ più velocemente rispetto al secondo quarto. A metà del terzo Solmec Rhodigium tenta l’allungo decisivo portandosi sul + 9 (43-34) grazie a una eccellente difesa di squadra e nonostante delle ancora terribili percentuali ai tiri liberi. Ma Montecchio non ci sta e con Storti che sale in cattedra rimane agganciato alla partita chiudendo il 3° quarto sul 50 a 47 per Rhodigium.

Ultimo quarto confermato il quintetto “piccolo” con Vaccarini al posto di Vettore. A 7 minuti dalla fine il punteggio recita: 57 Solmec e 51 Montecchio Maggiore, ma la playmaker Benedetta Storti non ci sta e tiene Montecchio agganciata alla partita con le unghie e con i denti. Rhodigium con Turri dalla lunetta, una tripla fondamentale di una ottima Vaccarini e un paio di canestri di esperienza di Ferri, non si ferma e continua a macinare gioco e punti.

A 4 minuti dalla fine sul punteggio di 62 a 56 per Solmec cambia difesa e si gioca la carta della zona che aveva pagato tanto contro Bolzano.

Con un parziale di 10 a 5 negli ultimi 3’ il quintetto di casa chiude definitivamente la partita sigillandola con la tripla di Claudia Castria, ottima in cabina di regia.

Coach Facundo Bereziartua analizza la vittoria: “Sapevamo bene che le caratteristiche di Montecchio, avrebbero reso la partita più difficile e complicata. Nel primo quarto siamo state bravissime a seguire il piano partita (20 – 8), mentre nel secondo calando l’energia è calata anche la nostra intensità, cosa che Montecchio non ci ha perdonato (33 – 31).

Nel secondo tempo noi siamo state più brave in attacco e soprattutto più aggressive in difesa chiudendo così la partita.

Le ragazze meritano i complimenti per l’atteggiamento nonostante le difficoltà, ma non abbiamo tempo per festeggiare perché bisogna pensare alla partita di giovedì contro Abano”.

Appuntamento a giovedì 1° aprile alle 20:30 per l’ultima giornata del girone di andata del campionato interregionale di serie B femminile. Solmec Rhodigium scenderà in campo al PalaBerta di Montegrotto Terme, la partita sarà come sempre a porte chiuse ma sarà possibile seguirla sul sito www.sportvenetotv.it .

C.S.



Articoli correlati