Home » ATLETICA

Doppietta di Tarè a Vicenza

Assindustria Sport vola con Lei e Miani
10 Maggio 2021 Stampa articolo

VICENZA – Sempre più su. Anche il weekend appena lasciato alle spalle ha sorriso agli atleti di Assindustria Sport. La maggior parte di loro si è messa alla prova nel meeting regionale di Vicenza, dove in tanti sono saliti sul podio, in certi casi migliorando anche il proprio primato personale. E c’è chi ha fatto entrambe le cose. Su tutti Matteo Miani, che ha dominato il salto con l’asta salendo a 5.20 metri e aggiungendo così 20 centimetri al personale outdoor, firmando una delle migliori prestazioni tecniche della manifestazione in terra berica.

È la sua seconda misura della carriera dopo il 5.32 che lo scorso inverno, ad Ancona, gli ha permesso di conquistare l’argento agli Assoluti indoor. A dividere la copertina con lui, l’allieva Tarè Miriam Bergamo che, sempre al Campo Perraro, ha calato una doppietta, imponendosi sia nel getto del peso (13.40) che nel lancio del disco (42.79). Altri tre compagni di squadra sono però tornati a casa con una vittoria: è il caso di Adboullatif Compaore, capace di regolare i 162 partecipanti dei 100 in 10”89 (vento a -0.7 metri al secondo, con Davide Lei buon sesto in 11”05), Cristopher Cecchet nei 110 a ostacoli, in 14”64 (+0.1), e Michele Disarò nei 10 chilometri di marcia, in 46’58”71, mentre Giuliana Luisetto si è imposta fra le master nel giavellotto, scagliando a 21.55 metri.

Davvero tanti, però, gli atleti gialloblù saliti sul podio. Precedenza alle donne. Nei 100 Laura Franceschi si migliora bloccando il cronometro dopo 12”12 (+1.0), tempo che le vale il secondo posto in una gara affollatissima, con 141 iscritte. Stesso piazzamento per Martina Agostini nei 100hs allieve in 14”80 (-0.4), imitata nella gara assoluta da Martina Millo (14”45, vento a -0.5).

Nel triplo è Chiara Fantin a classificarsi seconda lasciando il segno sulla sabbia a 11.90 metri (-0.3), Elisa Agostini è seconda nei 5.000 (20’37”73) mentre Anna Bonato merita una menzione particolare, perché domenica è arrivata seconda nel disco (41.69) dopo aver gareggiato anche il giorno precedente nel meeting di interesse nazionale di Pordenone, dove si è classificata terza nel martello (49.46).

In campo maschile primato personale e terzo gradino del podio per Lorenzo Lazzaro nei 1.500 (3’56”40) e Luca Marchiori nel disco (40.90). Terza piazza anche per Thomas D’Este nei 5.000 (15’17”17) e per la staffetta 4×400 composta da Marco Beghini, Filippo Nicoletti, Matthew De Rossi e Davide Pilli, che ha fermato il cronometro dopo 3’27”19. Non è salito sul podio della gara assoluta ma ha di che essere ben contento, inoltre, anche Fada Esekheigbe che, nel lungo, ha ottenuto il minimo di partecipazione per i campionati italiani under 18, atterrando a 6.52 metri.

Per Assindustria Sport però è stato un weekend di lavoro anche sul piano organizzativo. È stato infatti proprio lo Stadio Colbachini, gestito dalla società, a ospitare la quarta manifestazione giovanile della Fidal Padova, dedicata ai cadetti. Ottima la riuscita dell’evento, che ha assegnato anche i titoli del campionato provinciale delle staffette. A riguardo, il club gialloblù ha incamerato quello della 3×1000 grazie a Michele Fioriani, Yogesh Ferro e Pietro Galati in 8’55”6. Affermazione anche per Elena Moressa nell’asta a quota 2.80.

Infine, buona anche la prova di Elena Favaretto, in pedana a Gravellona Toce nel meeting interregionale valido come prima prova del CdS Fispes: nel disco ha toccato i 21.12 metri, misura che la rende molto soddisfatta.

Nella foto (Atl-Eticamente) la serie migliore dei 100 a Vicenza, con Compaore e Lei; Bergamo sempre a Vicenza. A questo link https://photos.app.goo.gl/GZFcjWVg2tmjMpp67 le foto (di Gabriela Dostalova) delle gare provinciali cadetti al Colbachini

C.S.



Articoli correlati