Home » Football

Serata no per i rossoblù

I Saints vincono di soli 6 punti
22 Maggio 2021 Stampa articolo

VERONA – In una serata cupa come le nubi che sormontano il Redskins Field, la Tribù cede il passo ai più blasonati Saints con un punteggio di 0-6. Guardando i risultati scaligeri nel girone D, questo campionato sembra giocato in trincea, senza un predominante dominio di una compagine sull’altra. Così è stato anche nello scontro di sabato sera, che ha visto Verona incontrarsi con Padova in un continuo testa a testa.

Verona vince il lancio della moneta e decide di riceve palla e iniziare in attacco il match. Battistella e Cuomo corrono di potenza chiudendo un primo down, ma l’ottima difesa patavina blocca ogni tentativo, obbligando Verona al punt.

Palla in attacco ai Saints, che mostrano tutta la loro forza ed esperienza con un ottimo gioco di corse. La difesa Redskins però non subisce certo pressioni e argina colpo su colpo i pericolosi passaggi di Padova. In un susseguirsi di possesso palla alternato, ecco arrivare circa a metà del secondo quarto, i 6 punti decisivi: dopo tre tentativi a poche yard dal touchdown, una QB sneak di Vecchiato varca l’endzone scaligera.

La difesa Redskins reagisce e blocca la trasformazione che non avviene, decretando così il punteggio a tabellone che non subirà altre variazioni. Fine del primo tempo e recupero delle energie.

Il terzo e l’ultimo quarto di gioco sono per i Redskins un costante tentativo di reagire per mutare il risultato: molti i giochi di corsa dei Saints che fanno correre veloce il cronometro, mentre si cerca la sincronia tra il quarterback e i ricevitori. Sincronia difficile da trovare anche per un cambio di regia, dopo un colpo sospetto alla testa del qb rosso blu Boninsegni.

Ecco entrare quindi il giovane e promettente Biancardi, al suo primissimo esordio in un campionato senior Fidaf. Ci pensa la linea di attacco a dare supporto al giovane, contenendo ottimamente la pressione dei Saints ma faticando non poco però, ad aprire la strada ai running-back. Menzione padovana per Carella, che gioca molto bene e tenta più volte l’avvicinamento. La difesa Redskins però non sbaglia un colpo, chiudendo tutti varchi e intercettando addirittura due volte, per mano di Steinhauser e Corso.

Purtroppo, la serata si chiude su uno 0-6 che non scoraggia però la Tribù, ben conscia che i meccanismi in attacco vanno oliati, rivisti, sperimentati ma sapendo di poter contare su una difesa impattante ed importante. Le statistiche nazionali non mentono. La difesa Redskins, in seconda divisione, si sente a casa.

Questo week end è finalmente riposo per la Tribù. In un anno così difficile con continui stop agli allenamenti, un calendario denso con date ravvicinate è un vero e proprio avversario in più da affrontare. I Redskins, dunque, riprendono fiato e attendono di vedere gli ultimi movimenti al girone per capire contro chi giocare le ultime due di regular season. La classifica del girone D vede i Redskins terzi su cinque, con Saint e Mastini in gara per essere capolista (come da pronostico, visti gli anni di permanenza nel gioco a 11). Alla Tribù, quindi, non resta che ricomporre le fila e prepararsi mentalmente alla ripresa del campionato.

Foto: Paolo Brutti; Klaus Drittenpreis

C.S.



Articoli correlati