Home » Baseball per ciechi, Serie A

Storico esordio per Staranzano-Rovigo

8 Giugno 2021 Stampa articolo

STARANZANO (Gorizia) – E’ iniziata l’avventura rodigina nel campionato di Serie A di baseball per ciechi. La compagine allestita da Staranzano e Itas Mutua Baseball Softball Club Rovigo nel weekend ha fatto il suo esordio sul diamante del Comune friulano ospitando i Patrini di Malnate, squadra varesina tra le favorite per la vittoria del campionato.

Per il club rossoblù si tratta di un traguardo molto importante, che giunge al termine di un percorso iniziato un paio di anni fa con il progetto “Clutch BXC. Il suono del baseball”, ideato con la collaborazione di AIBXC (Associazione italiana baseball per ciechi) e sostenuto grazie al bando proposto dalla Fondazione Vodafone, “OSO – Ogni sport oltre”. Fondamentale anche l’aiuto di Itas Mutua, da sempre al fianco della società presieduta da Alessandro Boniolo.

L’incontro, preceduto da una piccola cerimonia cui ha preso parte anche il vescovo locale, ha visto in campo ben tre atleti polesano: Daniele Marzana esterno centro, Mohamed Ba terza base e Alessio Schiesaro interbase. A completare la squadra l’esterno destro Mastrangelo Domenico, in seconda base Patrizia Pedrecca e il battitore designato Andrea Crescenzi, tutti atleti dello Staranzano. A disposizione Cristian Duò e Nicoletta Vianello Nicoletta, sempre del Rovigo.

La partita inizia con gli ospiti molto pimpanti in battuta: al primo inning i varesini colgono infatti 4 punti con altrettante valide. Passata l’emozione dell’esordio, lo Staranzano-Rovigo ingrana la marcia e si compatta in difesa impedendo agli avversari di raggiungere la seconda base. Purtroppo gli stessi risultati non arrivano dall’attacco: nonostante alcune pregevoli battute (di Schiesaro la prima valida della stagione), i padroni di casa vengono sistematicamente eliminati. Anche il Patrini sbaglia numerosi arrivi a casa base, ma al quarto inning trova due “home run” che di fatto chiudono la partita.

Finisce 14-0 per i varesini. Un risultato che comunque non deve trarre in inganno. In battuta lo Staranzano-Rovigo ha dovuto vedersela con Gaetano Casale, fortissimo interbase della Nazionale. Manca un po’ di esperienza, sulle basi e in difesa si lavorerà molto con il coach Loris Bucca per alzare il livello, ma c’è grande ottimismo per il prosieguo della stagione. La seconda giornata porterà lo Staranzano-Rovigo a Milano per affrontare i Thunder’s. Il 19 giugno la prima partita ospitata sul diamante di Rovigo.

C.S.



Articoli correlati