Aggiornamenti in tempo reale: la Russia invade l’Ucraina

L’Ucraina ha perso tutte le comunicazioni con la centrale nucleare di Chernobyl, ha affermato l’Agenzia internazionale per l’energia atomica (AIEA) in un dichiarazione Giovedi.

La dichiarazione arriva il giorno dopo che il sito controllato dalla Russia ha perso l’alimentazione esterna.

Potenza al sito: Il capo dell’AIEA Rafael Mariano Grossi ha affermato che l’organismo di controllo nucleare delle Nazioni Unite è a conoscenza di notizie secondo cui l’alimentazione è stata ripristinata al sito e sta cercando conferme.

Giovedì scorso, l’autorità di regolamentazione dell’Ucraina ha dichiarato all’AIEA che i generatori di emergenza stavano fornendo elettricità all’impianto di Chernobyl.

“La successiva perdita di comunicazione ha fatto sì che il regolatore non potesse più fornire informazioni aggiornate sul sito all’AIEA”, si legge nel comunicato.

L’AIEA ha citato l’autorità di regolamentazione ucraina, affermando: “Secondo le informazioni ricevute prima della perdita della comunicazione, entrambe le linee elettriche del sito erano state danneggiate, scollegandolo di fatto dalla rete”.

Effetto della disconnessione: La dichiarazione dell’AIEA ha affermato che la disconnessione dalla rete “non avrà un impatto critico sulle funzioni di sicurezza essenziali del sito, dove si trovano vari impianti di gestione dei rifiuti radioattivi, poiché il volume dell’acqua di raffreddamento nell’impianto del combustibile esaurito è sufficiente per mantenere la rimozione del calore .senza una fornitura di energia elettrica. ”

Secondo l’AIEA, il regolatore dell’Ucraina ha affermato che otto dei 15 reattori del paese sono rimasti in funzione, di cui due nella centrale nucleare di Zaporizhzhia, tre a Rivne, uno a Khmelnytsky e due nell’Ucraina meridionale. I livelli di radiazione nei quattro siti erano normali, ha detto.

READ  40 La migliore esche per black bass del 2022 - Non acquistare una esche per black bass finché non leggi QUESTO!

Grossi ha anche affermato che l’AIEA è in contatto con le autorità ucraine sui sistemi di monitoraggio delle radiazioni in Ucraina.

L’AIEA non è stata in grado di ristabilire la comunicazione con i sistemi di monitoraggio installati per monitorare il materiale nucleare e le attività negli impianti di Chernobyl e Zaporizhzhia a causa della perdita di trasmissioni di dati a distanza da tali sistemi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.