Anthony ‘Jedi’ Robinson Berholder, qualificato ai Mondiali USMNT

COLUMBUS, Ohio – Quando giovedì la nazionale maschile degli Stati Uniti è andata a reti inviolate con El Salvador, sarebbe stato comprensibile avere un senso di ansia che permeava lo spogliatoio di casa. Con la possibilità per la Coppa del Mondo ancora da confermare, qualsiasi cosa diversa dalla vittoria sarebbe stata considerata una grande delusione.

Per questa nazionale americana era una posizione familiare e, forse, più comoda. Per tutto il turno di qualificazione la squadra ha lottato nel primo tempo, segnando solo due gol nel primo tempo in nove partite, ma di solito ha trovato il modo di attaccare di nuovo nel secondo tempo. Questo gioco non è diverso.

– ESPN + Guida per i visitatori: LaLiga, Bundesliga, MLS, FA Cup e altro
Futbol Americas su ESPN +: MLS, Liga MX, USMNT, El Tri
– Qualificazioni Mondiali 2022: come funziona nel mondo

Mancino, come ha fatto contro l’Honduras a settembre Antonio Robinson – Soprannominato lo Jedi – ha convocato la forza per un gol decisivo all’inizio del secondo tempo, portando a una vittoria decisiva per 1-0.

“Chiamiamo tutte le nostre spalle la superpotenza del nostro team”, ha affermato il manager degli Stati Uniti Greg Berholder. “Lo facciamo perché loro producono, forniscono aiuti e gol, e finora in termini di qualificazione ai Mondiali i nostri terzini hanno contribuito molto”.

Robinson, che è stato conosciuto come lo Jedi fin da bambino a causa del suo fascino per i film di Star Wars, funziona bene con un senso di connessione con le abilità magiche.

“Chiamarmi Anthony è diverso per me”, ha detto. “Mi piace essere chiamato Jedi.”

Gli Stati Uniti hanno avuto un gioco forte da altri terzini, cioè Prova Sergio e Diandre Yatlin – Ma Robinson, in particolare, è diventato uno dei giocatori più importanti della lista. Questa finestra ha illustrato il suo valore quando Berholder non ha aggiunto nessun altro terzino sinistro naturale e ha rafforzato la sua prestazione complessiva contro El Salvador, in cui ha dato un contributo significativo sia alla difesa che all’attacco.

READ  Il ristorante della contea di Montgomery ha chiuso mentre le autorità indagano su un focolaio di epatite mortale - CBS Philly

Giocare dallo stesso lato del campo Cristiano Pulic, che regolarmente scendeva a centrocampo e si spostava al centro, è stato assegnato a Robinson White, dove era in grado di spingere fuori l’avversario con la palla e inviare i cross. In difesa faceva parte di un’unità che veniva sfidata raramente in ogni partita, interferendo spesso prima dell’opportunità di contrattaccare.

Sull’obiettivo, Gesù Ferreira, che ha ottenuto il suo primo inizio di qualificazione, ha portato la palla in area, dove Robinson l’ha spinta tranquillamente a casa da sei yard vicino al palo posteriore. È stata una partita un po’ interrotta, ma Robinson ha elogiato la tecnica di Berholder di farlo girare vicino al palo posteriore quando la palla è arrivata dal lato opposto.

Ha celebrato un infortunio alla schiena con una corda e un pavoneggiamento celebrativo con un contraccolpo che ha sollevato la folla di 20.000 sold out a Columbus, dove la squadra è ora 9-1-2 nelle qualificazioni ai Mondiali.

Inoltrare Timothy Weh Ha pensato brevemente che Robinson avesse tirato il muscolo della coscia durante la celebrazione, ma Berholder si è stupito sopra ogni altra cosa.

“Se un ragazzo segna così e sceglie di farlo, chi può chiederlo [he doesn’t]. È un risultato fisico straordinario”, ha detto Berholder. “Quindi congratulazioni a lui per essere stato in grado di farlo. Penso che sia molto interessante”.

Poco dopo, con la sconfitta di Panama in Costa Rica, gli Stati Uniti hanno fatto un grande passo avanti verso la qualificazione. A cinque partite dalla fine, gli Stati Uniti sono quattro punti di vantaggio sul Panama, quarto in classifica, con il Qatar le prime tre squadre che cercano di passare alle offerte automatiche per il 2022.

READ  Le azioni salgono, petrolio stabile mentre Russia, Ucraina teme un allentamento: AGGIORNAMENTI IN DIRETTA

“Non è un gioco molto bello. Ci sono stati momenti in cui abbiamo giocato un buon calcio, ci sono stati momenti in cui abbiamo dovuto approfondire”, ha detto Robinson. “Non abbiamo riservato occasioni, ma abbiamo vinto e siamo un passo più vicini al nostro obiettivo di qualificarci per la Coppa del Mondo”.

Per tutta la settimana, la squadra nazionale degli Stati Uniti ha mantenuto condizioni fresche a Columbus – 32 gradi al calcio d’inizio e leggere nevicate entro poche ore dall’inizio della partita – prova che non c’era molto fattore e niente di più. Con 18 punti in nove partite, gli Stati Uniti hanno sei punti in più rispetto al turno del 2018 (quando le qualificazioni avevano 10 partite) in nove partite.

Si allenerà a Columbus venerdì prima di un breve volo per il Canada, prima della partita di domenica a Hamilton, a circa un’ora da Toronto. Ha valutato meno viaggi dopo la partita rispetto ai benefici meteorologici che gli Stati Uniti avrebbero dovuto creare giocando nella fredda Columbus. Al contrario, dopo la vittoria per 2-0 del Canada sull’Honduras, tornano a casa a 2.000 miglia di distanza, il che ha permesso loro di rimanere nella classifica CONCACAF.

È stato fuori dalla formazione titolare negli ultimi cinque turni di qualificazione a causa di infortuni ed era capitano quando è tornato in azione contro El Salvador. È stata un’occasione intrigante vederlo iniziare con il trio di centrocampo Tyler Adams, Weston McKenney e Youno Musa Per la prima volta, ma questa combinazione non ha causato molti momenti minacciosi. Sulla sinistra, dove si trovava più a suo agio, c’erano problemi a mantenere i beni della polizia. Brendan Aaronson, È stata una decisione giusta.

“Si tratta di lui che trova la sua forma migliore e trova il modo di portarlo davanti alla porta perché brilla davvero”, ha detto Berholder. “Sta facendo il suo miglior lavoro in area di rigore quando è davanti”.

La decisione di Berholder di avviare Ferreira su un attaccante è stato l’unico risultato sorprendente nell’XI di apertura. Sembrava Ricardo Pepi, l’ex giocatore di Ferreira con l’FC Dallas, ha assunto il ruolo di titolare in cinque delle ultime sei partite, ma Ferreira offre qualcosa di diverso. Non è l’attaccante di Peppy – evidenziato dalle due occasioni mancate nel primo tempo – ma è il migliore nell’accostare il gioco a centrocampo e ala, e anche questo si è messo in mostra.

Ferreira ha creato quattro occasioni contro El Salvador e quattro occasioni create da un giocatore dell’USMNT durante questo turno di qualificazione hanno eguagliato le quattro occasioni dello Jedi contro la Giamaica.

“[Ferreira] C’erano abbastanza occasioni per segnare due gol, “ha detto Berholder.” Quindi questa è la cosa più importante. Se non avesse avuto occasioni nel gioco, mi sarei preoccupato. Ma ha avuto delle possibilità e penso che sia stato in grado di finirlo. Per quanto riguarda il suo gioco di collegamento, ho pensato che fosse fantastico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *