Biden approva il piano del Pentagono per aiutare gli americani a fuggire dall’Ucraina se la Russia invaderà

WASHINGTON — La Casa Bianca ha approvato un piano del Pentagono per le truppe statunitensi in Polonia per aiutare migliaia di americani che potrebbero fuggire dall’Ucraina se la Russia attacca, mentre l’amministrazione Biden cerca di evitare il tipo di caotico evacuazione condotta in Afghanistan.

Alcuni dei 1.700 soldati dell’82° Corpo aviotrasportato dispiegati in Polonia per rafforzare quell’alleato nei prossimi giorni inizieranno a creare posti di blocco, tendopoli e altre strutture temporanee all’interno del confine tra Polonia e Ucraina in preparazione per servire gli americani in arrivo, hanno detto i funzionari statunitensi. Le truppe non sono autorizzate ad entrare in Ucraina e non evacueranno gli americani né effettueranno missioni aeree dall’interno dell’Ucraina, hanno detto i funzionari.

Invece, hanno detto i funzionari, la missione sarebbe quella di fornire supporto logistico per aiutare a coordinare l’evacuazione degli americani dalla Polonia, dopo che sono arrivati ​​lì da Kiev e da altre parti dell’Ucraina, probabilmente via terra e senza il supporto militare statunitense, hanno detto i funzionari. Circa 30.000 americani sono in Ucraina e, se la Russia attacca, alcuni di loro, così come gli ucraini e altri, vorrebbero andarsene rapidamente, hanno detto i funzionari. La Russia ha accumulato truppe lungo il confine con l’Ucraina per mesi e i funzionari occidentali hanno affermato che un’invasione potrebbe arrivare entro poche settimane, mentre il Cremlino ha affermato che la Russia non ha intenzione di invadere l’Ucraina.

Gli Stati Uniti, la NATO e la Russia sono coinvolti in una situazione di stallo diplomatico sull’accumulo di truppe di Mosca al confine con l’Ucraina. Il WSJ esamina ciò che la Russia vuole e come l’Ucraina ei suoi alleati si stanno preparando per una potenziale crisi. Foto: Andriy Dubchak/Associated Press

Incombe sull’attuale pianificazione dell’Ucraina, hanno affermato i funzionari della difesa, il ricordo della rapida evacuazione di oltre 100.000 americani e afgani che gli Stati Uniti e le forze alleate hanno condotto a Kabul lo scorso agosto, ponendo fine alla guerra degli Stati Uniti in Afghanistan.

Alcuni degli stessi comandanti militari che facevano parte della missione di Kabul stanno ora guidando lo sforzo statunitense in giro per l’Ucraina.

“Tutti coloro che hanno vissuto l’evacuazione dall’Afghanistan hanno ritenuto che fosse straordinario ma anche caotico”, ha detto un funzionario della difesa. “È stato un ritiro disordinato, disordinato. Non vogliamo un ritiro caotico dall’Ucraina”.

CONDIVIDI I TUOI PENSIERI

Gli Stati Uniti dovrebbero evacuare gli americani dall’Ucraina? Partecipa alla conversazione qui sotto.

Altri funzionari hanno affermato che tale pianificazione dell’evacuazione è una misura prudente indipendentemente dall’esperienza afgana, che, hanno affermato funzionari statunitensi, ha posto una serie di sfide diverse rispetto all’Ucraina.

In Afghanistan, l’amministrazione si è affrettata ad affrontare la fulminea presa di potere dei talebani del paese e il rapido crollo del governo e dell’esercito afghano appoggiati dagli Stati Uniti. Le forze statunitensi hanno dovuto essere trasportate in aereo a Kabul per aumentare le truppe a terra per evacuare decine di migliaia di cittadini statunitensi e personale diplomatico e afghani quando la capitale stava passando sotto il controllo di un’autorità ostile.

Il governo e l’esercito dell’Ucraina, al contrario, è improbabile che cadano come quelli dell’Afghanistan, se la Russia dovesse lanciare un’invasione su vasta scala, hanno affermato i funzionari statunitensi. Invece, i funzionari statunitensi e gli specialisti militari ritengono che la Russia abbia maggiori probabilità di impadronirsi di parti dell’Ucraina e l’incursione potrebbe svolgersi per un periodo prolungato.

Soldati del 18° Corpo aviotrasportato in attesa di salire a bordo di un aereo per il dispiegamento in Europa, dove il corpo sta allestendo un quartier generale della task force in Germania.


Foto:

Chris Seward / Associated Press

La Casa Bianca ha rifiutato i confronti con l’Afghanistan.

“Penso che sia davvero importante separare i due [nations.] Non siamo in una guerra di 20 anni con le truppe statunitensi in Ucraina. Questa è una circostanza molto diversa “, ha detto martedì l’addetto stampa della Casa Bianca Jen Psaki. “Continuiamo a vedere la nostra relazione, sia dalla Casa Bianca, dalla squadra diplomatica che dal Dipartimento della Difesa, come quella in cui ci stiamo coordinando da vicino”.

I funzionari del Dipartimento di Stato non hanno commentato i preparativi del Dipartimento della Difesa in Polonia, ma hanno indicato avvisi che esortano gli americani residenti in Ucraina a lasciare il paese.

Un avviso emesso dall’ambasciata degli Stati Uniti a Kiev alla fine di gennaio ha fornito informazioni sulle rotte via terra dall’Ucraina verso Polonia, Slovacchia, Ungheria, Romania e Moldova e quali eventuali requisiti sono in vigore per i visti e la vaccinazione o i test Covid-19.

La preparazione per un’evacuazione è tra i numerosi potenziali compiti assegnati alle forze che gli Stati Uniti hanno iniziato a schierare la scorsa settimana agli alleati dell’Organizzazione del Trattato del Nord Atlantico, in particolare quelli più vicini a Russia e Ucraina. Oltre alle truppe dell’82a divisione aviotrasportata in Polonia, il 18° Corpo aviotrasportato dell’esercito americano sta allestendo un quartier generale della task force in Germania mentre un’unità dell’esercito Stryker viene inviata in Romania.

Un’immagine satellitare di un’area di alloggiamento delle truppe e dei veicoli a Rechitsa, in Bielorussia. Oltre a circa 100.000 soldati in bilico vicino all’Ucraina, la Russia ha forze che conducono esercitazioni in Bielorussia.


Foto:

Maxar / Associated Press

La Russia ha circa 100.000 soldati in bilico vicino all’Ucraina, oltre a forze aggiuntive che conducono esercitazioni in Bielorussia e dispiegate nel Mar Nero. Funzionari statunitensi stimano che il presidente russo

Vladimir Putin

dispone del 70% delle forze di cui ha bisogno per organizzare un’invasione su vasta scala.

Sig. Putin ha chiesto che gli Stati Uniti e la NATO rinuncino ad ammettere l’Ucraina come eventuale membro e che l’alleanza ritiri le forze dall’Europa orientale. A dicembre ha affermato che Mosca è pronta ad adottare “misure tecnico-militari di ritorsione” se l’Occidente continua quella che ha definito la sua “linea aggressiva”.

Almeno due generali che hanno svolto un ruolo importante nell’evacuazione dell’Afghanistan fanno parte della pianificazione sull’Ucraina.

Esercito il Mag. gen. CD Donahue, che era incaricato dell’evacuazione dall’aeroporto internazionale Hamid Karzai di Kabul ed è stato l’ultimo americano a salire su un jet militare e lasciare l’Afghanistan, ora guida le truppe in Polonia, come comandante dell’82a divisione aviotrasportata arrivata nel fine settimana , hanno detto i funzionari.

Una famiglia al gate est dell’aeroporto di Kabul, in Afghanistan, durante l’evacuazione degli Stati Uniti.


Foto:

Marcus Yam / Los Angeles Times / Getty Images

Gen. dell’Aeronautica Jacqueline Van Ovost, che è stata a capo dell’Air Mobility Command ad agosto e ha guidato la pianificazione dell’evacuazione degli Stati Uniti a Kabul, è ora responsabile dell’US Transportation Command, che coordina i trasporti per le missioni militari statunitensi in tutto il mondo.

La scorsa primavera e l’estate, funzionari del Pentagono spinto a ridurre le dimensioni dell’imponente complesso dell’ambasciata a Kabul, che contava più di 4.000 persone, e per prepararsi a evacuare decine di migliaia di afgani le cui vite sono state messe in pericolo dalla loro associazione con l’esercito e il governo statunitensi nel corso dei 20 anni di conflitto. Diplomatici e altri all’interno dell’amministrazione Biden, tuttavia, temevano che tali mosse avrebbero minato la fiducia nel governo afghano e non avevano pianificato di conseguenza, secondo i funzionari dell’epoca.

Con l’Ucraina, l’evacuazione degli americani prima di qualsiasi mossa russa segnalerebbe a Mr. Putin che gli Stati Uniti vedono un’invasione è inevitabile e che la diplomazia per evitare un conflitto sarebbe futile, hanno detto i funzionari statunitensi. Allo stesso tempo, molti temono che se la Russia dovesse invadere, gli americani potrebbero rimanere bloccati.

Un aereo della compagnia aerea afgana all’aeroporto di Kabul durante l’evacuazione americana dell’Afghanistan. L’evacuazione “è stata un ritiro disordinato e disordinato”, ha detto un funzionario della difesa.


Foto:

wakil kohsar / Agence France-Presse / Getty Images

Questa settimana, l’esercito americano ha pubblicato la sua indagine sull’Agosto. 26 attacco fuori dall’Abbey Gate dell’aeroporto di Kabul, che ha ucciso 13 soldati statunitensi. Nel documento di 2.000 pagine, precedentemente riportato dal Washington Post, alcuni comandanti militari hanno espresso frustrazione presso il Dipartimento di Stato e la Casa Bianca per non aver pianificato prima un’operazione di evacuazione non combattente, o NEO.

“L’ambasciata non ha partecipato pienamente alla pianificazione del NEO fino a una settimana prima della caduta”, ha detto un comandante agli investigatori, riferendosi all’evacuazione dell’ambasciata americana a Kabul.

Sig. Biden, alla domanda se gli americani dovrebbero lasciare l’Ucraina, ha detto che sperava che lo facessero. “Se fossi in loro, se avessi qualcuno lì, direi di andartene”, ha detto lunedì.

Scrivere a Gordon Lubold a Gordon.Lubold@wsj.com e Nancy A. Youssef a nancy.youssef@wsj.com

Copyright © 2022 Dow Jones & Company, Inc. Tutti i diritti riservati. 87990cbe856818d5eddac44c7b1cdeb8

READ  40 La migliore cosa regalare ad un ingegnere del 2022 - Non acquistare una cosa regalare ad un ingegnere finché non leggi QUESTO!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *