Biden dovrebbe nominare una donna di colore alla Corte Suprema

Segui la diretta Stephen Fryer si è ritirato dalla Corte Suprema.

WASHINGTON – Il presidente Biden e il suo team legale hanno trascorso un anno in questo frangente: un’opportunità per mantenere la sua promessa di nominare la prima donna di colore alla Corte Suprema mentre il censimento etnico per il Paese continua.

Il Il giudice Stephen G. Prairie ha deciso di ritirarsi Sig. Questo darà a Biden la sua più alta possibilità da quando è entrato in carica per rimodellare la magistratura federale, avendo già nominato dozzine di giudici distrettuali e di corte d’appello di estrazione razziale, etnica e legale.

La sua promessa sottolinea anche quanto le donne di colore abbiano lottato per entrare a far parte della più piccola magistratura d’élite negli alti tribunali federali del paese. La speculazione di mercoledì si è concentrata su un raro gruppo di donne nere ben riconosciute con un’istruzione superiore ed esperienza.

Selezionato Catanji Brown Jacksonun giudice di 51 anni della Corte d’Appello degli Stati Uniti per il Circuit District of Columbia che si è laureato alla Harvard Law School e ha lavorato come impiegato per Justice Fryer, e Leondra R. KruegerUn giudice di 45 anni della Corte Suprema della California, si è laureato alla Yale Law School e ha scritto all’ex giudice John Paul Stevens.

J. Michael Childs, 55, poco conosciuto giudice del tribunale distrettuale federale della Carolina del Sud, il sig. Biden è stato recentemente nominato alla Corte d’Appello ed è considerato un potenziale contendente. Uno dei principali alleati del Congresso di Biden, il rappresentante della Carolina del Sud James E. Claibern ha detto a Biden durante la campagna presidenziale che credeva che avrebbe dovuto essere nominato perché proveniva da un background di colletti blu. giudici federali.

Il giudice Jackson e il giudice Krueger hanno frequentato le scuole di giurisprudenza della Ivy League e, a differenza del giudice Childs, hanno studiato all’Università della Carolina del Sud. Sebbene ci siano alcune differenze nel background e nell’esperienza delle donne, sono unite tra poche donne di colore che hanno credenziali generalmente considerate idonee alla Corte Suprema.

Nominata dal presidente Jimmy Carter nel 1979, la prima donna di colore a servire come giudice della Corte d’Appello federale, un’esperienza qualificante chiave per diventare un giudice in generale nell’era moderna. Sig. Molti anni dopo l’inaugurazione di Biden all’età di 40 anni, solo altri sette hanno servito in tali posizioni.

Leslie D., amministratore delegato della National Association of Minority and Women-Owned Law Firms. ha detto Davis. “È chiaro che dobbiamo fare meglio”.

Spera che la diversità che ha portato ad alte posizioni nel governo centrale sia al centro della sua eredità. disse Biden. Oltre al suo curriculum di giudici, la sua decisione di scegliere Kamala Harris come suo vice durante la campagna del 2020 l’ha portata a diventare la prima donna di colore a ricoprire la carica di vicepresidente.

READ  40 La migliore batterie x bici elettriche del 2022 - Non acquistare una batterie x bici elettriche finché non leggi QUESTO!

Sig. alla Corte d’Appello Federale. La metà dei primi 16 candidati di Biden erano donne nere, co-nominate da tutti i precedenti presidenti. Quell’enfasi ha attirato studi da tutto lo spettro ideologico. Sig.ra. Per la Davis, la cosa importante da confrontare è come alcune donne di colore siano state precedentemente nominate alla panchina federale.

“Le voci delle donne nere sono una storia che non viene apprezzata, le loro prospettive non vengono rispettate, le loro voci non vengono ascoltate”, ha detto.

Ma i conservatori preferiscono la revisione nazionale Il commentatore legale Ed Whelan Sig. Sottolineano che il numero di donne nere raccomandate da Biden è molto alto rispetto al numero di donne nere laureate in giurisprudenza.

Un passo 2021 Profilo della Professione Legale dell’American Bar Association, Solo il 4,7% degli avvocati statunitensi sono neri e il 37% sono avvocati. Il rapporto non menziona specificamente le donne di colore, ma l’implicazione è che circa il 2% degli avvocati statunitensi sono donne e neri.

“Secondo gli standard di diversità demografica annunciati da Fiden, le sue nomine giudiziarie del primo anno sono state un successo significativo”. Sig. Velano ha scritto Questo mese, il signor nel nominare donne nere. Ha definito il risultato di Biden “straordinario”, mentre i bianchi liberali sono “piuttosto lieti di notare” che finora hanno “fallito miseramente” con due appelli.

Sig. Biden ha fatto il suo Prometto di dire il nome di una donna di colore Pochi giorni prima di affrontare i suoi rivali democratici nella Carolina del Sud, la Corte Suprema in un dibattito nel febbraio 2020 ha rilevato che gran parte dell’elettorato del partito era nero. A quel tempo, la sua campagna stava combattendo due sconfitte nelle elezioni presidenziali anticipate.

“Non vedo l’ora di confermare che c’è una donna di colore nella Corte Suprema.

Questa promessa è stata fatta dal sig. Aiutato a proteggere Pitan Sig. Supporto per Glibern Pochi giorni prima della partita in South Carolina.

“Ho tre figlie”, ha detto. Claibern ha detto a Bloomberg. “Un problema che sta ribollendo nella società afroamericana è che penso che sarei un padre migliore se non dicessi al presidente quanto le donne nere pensano di avere il diritto di sedere. La Corte Suprema, come altre donne, non ha considerato nessuno fino ad allora.

Sig. Biden ha vinto le primarie della Carolina del Sud, ha dimostrato la natura duratura del suo sostegno tra gli elettori neri e poco dopo ha organizzato una serie di vittorie del Super Tuesday.

La sua elezione alla Corte Suprema si svolgerà nel 2020 in un paese che vivrà le conseguenze dell’assassinio da parte della polizia di George Floyd, seguito da proteste di massa contro la giustizia razziale.

READ  L'Ucraina segnala radiazioni di Chernobyl più elevate ma "non critiche".

Ciò arriva quando la corte dominata dai conservatori ha accettato di ascoltare i casi questa settimana Sfidare i programmi di ammissione all’università del senso razzialeSi pone la possibilità di bloccare politiche di azione concreta volte al mantenimento della segregazione razziale.

Sig. Il sostegno politico di Biden è stato particolarmente forte tra le donne di colore. I dati del sondaggio del New York Times delle elezioni del 2020 mostrano che, sebbene costituiscano solo l’8% dell’elettorato, Mr. Il 90 per cento delle donne nere votanti ha votato per lui.

In Georgia, il sig. Dopo la vittoria di Biden, i Democratici hanno vinto un paio di importanti ballottaggi – elezioni per i seggi al Senato, che hanno dato al partito il controllo sottilissimo del Senato – e la possibilità di assicurarsi i giudici senza la necessità del sostegno repubblicano.

Molti fattori sono andati in quelle vittorie brevi che hanno trasformato lo stato in blu, ma per prima cosa è una Gruppo di organizzatori di donne nere Stacey Abrams, l’ex candidata al governatore che ha fondato il comitato di registrazione degli elettori noto come New Georgia Project, è stata coinvolta nella registrazione e nell’incoraggiare centinaia di migliaia di nuovi elettori.

Per i Democratici, mantenere un sostegno entusiasta tra gli elettori neri e in particolare le donne nere potrebbe essere cruciale nelle elezioni di metà mandato di novembre. Mercoledì i Democratici hanno invitato il sig. Pitani ha insistito per non rinunciare alla sua promessa.

“Non c’è motivo per cui il presidente Biden perda questa opportunità”, ha affermato Amy Allison, presidente del gruppo di difesa dei liberali, The Sheep, in una dichiarazione. “Questo potrebbe essere un momento decisivo per la sua presidenza”.

I sondaggi mostrano che i Democratici sono in ritardo nel tentativo di controllare la Camera e il Senato, e Mr. Biden era felice del suo primo anno, perché la regola del Senato delle Filippine prevedeva che i repubblicani potessero bloccare la sua agenda, come ad esempio soddisfare la spesa sociale. Ampliamento delle tutele federali per il disegno di legge e del diritto di voto.

Ma da quando il Senato ha abrogato Philippester per i giudici – i Democratici hanno fatto lo stesso per i giudici delle corti di grado inferiore e d’appello nel 2013, e i repubblicani hanno fatto lo stesso per i giudici della Corte Suprema nel 2017 – un partito che controlla sia la Casa Bianca che il Senato a lungo termine può essere nominato. 179 Giudici federali in carica, compresa la copertura di eventuali posti vacanti all’interno della Corte d’Appello federale.

Ad aprile il sig. Quando Biden ha annunciato i suoi primi tre candidati alla corte d’appello, tutte e tre erano donne di colore con un’istruzione della Ivy League, incluso il giudice Jackson. Due dei successivi 10 giudici d’appello da lui nominati erano donne di colore. E tre dei suoi sei ricorsi, ancora pendenti al Senato, sono donne nere.

READ  40 La migliore la chitarra elettrica del 2022 - Non acquistare una la chitarra elettrica finché non leggi QUESTO!

Sig. Mettere molte donne di colore in panchina usando il potere di Biden, così come i giudici dei tribunali distrettuali e Posizioni apicali nel ramo esecutivo – Variabile considerando che hanno usato raramente il potere nel sistema legale per decenni.

La storia delle donne giudici nere riflette la grande storia degli afroamericani dopo la guerra civile, secondo un articolo dell’Howard Law Journal del 2010 di Anna Blackburn-Ricksby, giudice capo della Corte d’Appello della Columbia.

“Le giudici nere sono arrivate al tavolo” giudiziario “molto più tardi degli uomini di colore (oltre 80 anni) e molto più tardi delle donne bianche (quasi 60 anni)”, ha scritto nell’articolo.Giudici delle donne nere: un viaggio storico delle donne nere alle alte corti della nazione. “

Non ci fu la prima donna giudice di colore a New York City fino al 1939, quando Jane Modilda Paul fu nominata alla Corte per le relazioni civili, scritta dal giudice Blackburn-Rixby, il sindaco della città Fiorlo H. Quando LaGuardia ha nominato la signora Foley, ha detto. Si è consultata per la prima volta con suo marito, identificando i tempi e i limiti imposti alle donne di colore nel sistema giudiziario.

Il giudice Blackburn-Ricksby ha rifiutato di commentare mercoledì. Ma nel suo articolo, ha suonato una nota cauta nel considerare il lento potere giudiziario di quella popolazione come una questione di numeri.

“Essere nera ed essere una donna porta un’importante voce in più nel processo del dibattito”, ha scritto, “ma quella voce è diversa a causa della mancanza di un’unica prospettiva sulla ‘donna nera’”.

Anche dopo il movimento per i diritti civili negli anni ’60, il presidente Lyndon P. Sebbene Johnson abbia nominato Turkut Marshall il primo giudice nero della Corte Suprema nel 1967, le donne di colore avevano scarso accesso alle leve del potere giudiziario.

Nel 1966 il sig. Johnson ha anche nominato la prima donna giudice federale di colore – Constance Baker – che ha collocato Modley nel distretto meridionale di New York.

Negli anni successivi, il giudice Motley è stato talvolta indicato come un futuro giudice della Corte Suprema, ha affermato lo storico del diritto di Harvard Tomico Brown-Nagin. Questa settimana il giudice ha pubblicato la sua biografia“Regina dei diritti civili”.

Ma la signora che è la preside del Radcliffe Institute for Advanced Study. Brown-Nagin, che ha detto che il giudice Modley era “la persona più qualificata” per la promozione, ha chiuso la sua finestra politica: è stato visto come un ex avvocato per i diritti civili. Liberale, e dal 1969 al 1993, quando era presidente un democratico, non c’era posto vacante alla Corte Suprema.

“Questo appuntamento esiste da molto tempo”, ha detto la signora Brown-Nagin.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.