Decine di milioni di persone sotto la sorveglianza della tempesta invernale prima del fine settimana né di Pasqua

Il governatore della Virginia ha dichiarato lo stato di emergenza e altri stati hanno sollecitato precauzioni giovedì in vista di una tempesta invernale nel fine settimana che potrebbe scaricare mezzo piede di neve a New York City.

Previsioni per New York City ha sottolineato che le cose potrebbero cambiare, ma giovedì sera ha affermato che “la fiducia sta aumentando” per un forte sistema temporalesco e ha stimato circa 10 pollici di neve.

La tempesta invernale dovrebbe iniziare venerdì sera. Giovedì notte gli orologi delle tempeste invernali hanno coperto la costa orientale dalla Carolina del Nord nord-orientale al Maine.

Virginia Governatore Glenn Youngkin giovedì dichiarato lo stato di emergenza e ha esortato i residenti a rimanere fuori dalle strade, se possibile.

il governatore di New York Kathy Hochul ha ordinato alle agenzie statali di preparare risorse di risposta alle emergenze e i funzionari della gestione delle emergenze del New Jersey hanno affermato che i residenti dovrebbero essere preparati.

Il National Weather Service per New York City ha affermato che potrebbero esserci da 5 a 10 pollici di neve in città e da 10 a 15 pollici a Long Island, ma ha notato che c’era ancora incertezza con le previsioni.

Il servizio meteorologico di Wakefield, in Virginia, ha affermato che c’era “una probabilità medio-alta” che la Virginia orientale, inclusa la penisola di Delmarva, potesse ottenere almeno 6 pollici di neve.

Si prevedeva che Filadelfia avrebbe visto tra i 4 ei 6 pollici di neve, il servizio meteorologico disse.

Tempistica della tempesta

L’inizio della nevicata è previsto per la fine di venerdì lungo la costa orientale, mentre la tempesta si intensifica al largo della costa. Durante la notte, si prevede che la bassa costiera si intensificherà rapidamente sull’Atlantico, aumentando il rischio di forti venti e inondazioni costiere lungo la costa.

READ  Si dice che l'affare Joe Rogan di Spotify valga oltre $ 200 milioni

L’impatto sarà massimo sabato, con forti nevicate e forti venti previsti, in particolare per le località dalla parte orientale di Long Island, New York, fino alla costa del New England.

Secondo le previsioni di giovedì, è molto probabile che la neve finisca nel primo pomeriggio da Filadelfia a New York e intorno a mezzanotte a Boston. Tutta la neve sarà al largo del Maine entro domenica presto.

Le aree con maggiori probabilità di subire eventi nevosi significativi e ad alto impatto includevano Long Island orientale fino al New England meridionale (incluso Cape Cod, Massachusetts) fino al Maine. Sono le regioni con maggiori probabilità di ottenere un piede di neve o più e le raffiche di vento più alte che portano a potenziali condizioni di bufera di neve.

Il Servizio meteorologico nazionale di Boston ha delineato il potenziale per accumuli di neve totali da 8 a 17 pollici e venti che potrebbero raffiche fino a 60 mph, specialmente a Cape Cod.

Poiché i modelli di previsione continuavano a convergere, i meteorologi hanno sottolineato che le previsioni di neve avevano ancora una bassa confidenza a partire da giovedì mattina e che sarebbero stati possibili aggiustamenti. Hanno sottolineato il monitoraggio delle previsioni per i successivi aggiornamenti.

I meteorologi hanno affermato che la zona di maggiore incertezza era lungo il corridoio dell’Interstate 95, in particolare New York City e punti a sud.

Oltre a un nor’easter, il fine settimana sarà caratterizzato anche da temperature artiche molto fredde che si riverseranno fino al sud della Florida.

Giovedì mattina, 9 milioni di persone erano sotto avvisi di vento gelido in parti del nord-est interno e del New England. I brividi di vento erano freddi da 15 a 30 gradi sotto zero.

READ  Cassa della batteria di Kanye West, i poliziotti affermano che le prove sono sufficienti per presentare accuse penali

Le alte temperature avrebbero dovuto moderarsi leggermente giovedì e venerdì pomeriggio, ma il freddo dovrebbe continuare nel fine settimana.

Le temperature più fredde sono previste domenica mattina, quando le minime in gran parte della Florida scenderanno negli anni ’30 e i brividi di vento potrebbero essere negli anni ’20. Si prevedeva che Miami scendesse a un minimo di circa 40 gradi, con venti gelidi nella parte superiore degli anni ’30.

Se la minima domenica di Miami scende a 39, quella sarà la giornata più fredda da dicembre 2010.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.