I casi giornalieri cinesi di COVID sintomatico sono più che triplicati

I residenti si allineano all’esterno di un sito di test dell’acido nucleico di un ospedale, a seguito di casi di malattia da coronavirus (COVID-19), a Shanghai, Cina, 11 marzo 2022. China Daily via REUTERS

Registrati ora per un accesso illimitato GRATUITO a Reuters.com

PECHINO, 13 marzo (Reuters) – La Cina continentale ha segnalato domenica 1.807 nuovi casi locali sintomatici di COVID-19, la cifra giornaliera più alta degli ultimi due anni e più del triplo del carico di lavoro del giorno precedente, poiché l’aumento delle infezioni in una provincia nord-orientale riduce le risorse sanitarie .

Il numero di casi trasmessi a livello nazionale con sintomi confermati segnalati sabato è aumentato dai 476 del giorno precedente, secondo i dati della Commissione sanitaria nazionale. Il conteggio giornaliero includeva 114 persone inizialmente classificate come asintomatiche che in seguito hanno sviluppato sintomi.

Il conteggio dei casi in Cina è di gran lunga inferiore a quello di molti altri paesi, ma il numero crescente potrebbe complicare l’ambizione di “clearance dinamica” di Pechino di reprimere il contagio il più rapidamente possibile.

Registrati ora per un accesso illimitato GRATUITO a Reuters.com

L’impennata ha spinto le autorità sanitarie a consentire al pubblico di acquistare per la prima volta kit di autotest rapidi per aiutare a rilevare rapidamente le infezioni, poiché alcuni esperti hanno affermato che la precedente strategia cinese basata sul test dell’acido nucleico – che richiedeva agli operatori sanitari di prelevare campioni – era diventata più difficile con la variante Omicron a rapida diffusione. Per saperne di più

Sabato la provincia nord-orientale di Jilin ha segnalato 1.412 nuovi casi sintomatici locali, pari al 78% del totale nazionale e in aumento rispetto ai 134 del giorno prima.

READ  40 La migliore cover per iphone 6s del 2022 - Non acquistare una cover per iphone 6s finché non leggi QUESTO!

L’aumento “ha mostrato che alcune aree locali, di fronte a un rapido aumento dell’epidemia, non avevano la capacità di espandere le risorse mediche, con conseguente limitazione dell’ammissione di infezioni alle strutture centralizzate in un breve periodo di tempo”, ha detto un funzionario provinciale di Jilin in una conferenza stampa. .

Le autorità di Changchun, la capitale provinciale già bloccata, hanno condotto test di massa e lavorato per trasformare un centro espositivo in un ospedale temporaneo con 1.500 posti letto, secondo quanto riferito dai media statali e ufficiali locali.

L’hub tecnologico meridionale di Shenzhen ha segnalato 60 nuovi casi locali con sintomi confermati per sabato, il più alto della città da quando la Cina ha contenuto il primo focolaio all’inizio del 2020.

Shenzhen sospenderà i trasporti pubblici, compresi autobus e metropolitane da lunedì, e ai residenti è stato detto di non lasciare la città se non necessario, poiché la città sta conducendo tre round di test di massa, hanno affermato le autorità in una nota.

Tutti e nove i distretti di Shenzhen hanno sospeso i pasti nei ristoranti, chiuso i luoghi di intrattenimento al coperto e hanno chiesto alle aziende di far lavorare i dipendenti da casa dal lunedì al venerdì se è possibile il lavoro a distanza, con eccezioni per quelli nei settori essenziali.

Sei funzionari del governo locale o delle autorità del Partito Comunista nella città meridionale di Dongguan sono stati rimossi dai loro ruoli per aver svolto un lavoro scadente nella prevenzione e nel controllo del COVID, hanno affermato domenica i media statali.

Il China Development Forum, un incontro d’affari di alto livello a Pechino originariamente previsto dal 19 al 22 marzo, sarà a tempo indeterminato a causa della situazione COVID, ha affermato l’organizzatore in una nota.

READ  40 La migliore liquido base sigaretta elettronica del 2022 - Non acquistare una liquido base sigaretta elettronica finché non leggi QUESTO!

Il numero di nuovi casi asintomatici trasmessi localmente, che la Cina non classifica come casi confermati, è salito a 1.315 sabato da 1.048 del giorno prima, il quarto giorno consecutivo di aumenti, secondo i dati di NHC.

Non ci sono stati nuovi decessi, lasciando il bilancio delle vittime a 4.636. Al 12 marzo, la Cina continentale aveva segnalato 115.466 casi con sintomi confermati, inclusi sia quelli locali che quelli provenienti dall’esterno della terraferma.

Registrati ora per un accesso illimitato GRATUITO a Reuters.com

Segnalazione di Kevin Yao e Roxanne Liu; Montaggio di William Mallard, Gerry Doyle e Susan Fenton

I nostri standard: I principi di fiducia di Thomson Reuters.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.