Il presidente delle Olimpiadi-CIO Bach, turbato dal crollo di Valieva, colpisce l’entourage

Olimpiadi di Pechino 2022 – Pattinaggio di figura – Pattinaggio singolo femminile – Pattinaggio gratuito – Capital Indoor Stadium, Pechino, Cina – 17 febbraio 2022. Kamila Valieva del Comitato olimpico russo reagisce con gli allenatori Daniil Gleikhengauz ed Eteri Tutberidze dopo la sua esibizione. REUTERS/Evgenia Novozhenina

Registrati ora per un accesso illimitato GRATUITO a Reuters.com

  • Bach dice che è stato “agghiacciante” vedere Valieva crollare sotto pressione
  • Il CIO non voleva che gareggiasse
  • Il CIO ha bisogno dell’aiuto dei governi, dice Bach
  • “Mezzi limitati” per affrontare i problemi dell’entourage – Bach

PECHINO, 18 febbraio (Reuters) – Il capo olimpico Thomas Bach ha detto venerdì che è stato “agghiacciante” assistere allo sgretolamento della pattinatrice russa Kamila Valieva sotto pressione alle Olimpiadi di Pechino mentre uno scandalo sul doping continuava a girare, colpendo a 15 anni -l’entourage del vecchio.

La saga ha aperto un dibattito sull’idoneità dell’ambiente olimpico per i minori, ma il presidente del Comitato olimpico internazionale Bach ha affermato che il CIO ha mezzi d’azione limitati.

Valieva, che aveva guidato l’evento di pattinaggio artistico femminile dopo il programma corto, giovedì sera ha rotto il suo pattino libero ed è inciampata al quarto posto quando la connazionale Anna Shcherbakova ha pattinato all’oro. Per saperne di più

Registrati ora per un accesso illimitato GRATUITO a Reuters.com

“Devo dire che ero molto, molto turbato ieri quando ho visto la competizione in TV”, ha detto Bach in una conferenza stampa.

“Quanto deve essere stata alta la pressione su di lei.”

Valieva ha fallito un test antidoping ai suoi campionati nazionali lo scorso dicembre, ma il risultato è stato rivelato solo a febbraio. 8, un giorno dopo che Valieva aveva già aiutato il Comitato Olimpico Russo (ROC) a vincere l’evento a squadre.

READ  40 La migliore sabbiera per bambini del 2022 - Non acquistare una sabbiera per bambini finché non leggi QUESTO!

L’agenzia antidoping russa ha revocato un divieto provvisorio nei suoi confronti e la Corte arbitrale per lo sport (CAS) lunedì ha respinto un ricorso del CIO, dell’Unione internazionale di pattinaggio (ISU) e dell’Agenzia mondiale antidoping (WADA) per ri -instaurare la sospensione – permettendole così di gareggiare nell’unico evento di martedì e giovedì.

FANTASTICO DA VEDERE

“Vederla lottare sul ghiaccio, vederla, come cerca di ricomporsi, come poi cerca di finire il suo programma e puoi vedere in ogni movimento, nel linguaggio del corpo, potresti sentire che questo è immenso, immenso stress mentale e forse avrebbe preferito lasciare semplicemente il ghiaccio e cercare di lasciarsi questa storia alle spalle”, ha detto Bach.

Valieva ha lasciato il ghiaccio nascondendo le lacrime dietro le mani e singhiozzando nell’area del “bacia e piange” mentre il suo allenatore, Eteri Tutberidze, l’ha affrontata. Per saperne di più

“Perché l’hai lasciato andare? Spiegamelo, perché? Perché hai smesso completamente di combattere? Da qualche parte dopo l’asse l’hai lasciato andare”, ha detto Tutberidze.

Quella reazione confuse Bach, che disse che era “estremamente importante” esaminare l’entourage di Valieva. Per saperne di più

“Quando ho visto in seguito come è stata accolta dal suo stretto entourage … è stato agghiacciante vedere questo”, ha detto Bach.

“Piuttosto che darle conforto, piuttosto che cercare di aiutarla, potevi sentire questa atmosfera agghiacciante, questa distanza e se interpretavi il linguaggio del corpo di loro, era anche peggio perché si trattava anche di una specie di gesti sprezzanti.

“Tutto questo non mi dà molta fiducia nell’entourage più vicino di Kamila”.

Bach ha ammesso che mentre il CIO, mentre affrontava la questione, non poteva fare molto per controllare il gruppo di persone attorno a qualsiasi atleta.

READ  Incidente in elicottero di Orange County: l'ufficiale del PD di Huntington Beach Nicholas Vella muore per le ferite riportate, il secondo ufficiale in condizioni critiche

“Vediamo che abbiamo mezzi estremamente limitati per affrontarlo”, ha detto. “Non siamo la polizia, non possiamo interrogare e avere una procedura formale d’accusa; e le nostre sanzioni sono estremamente limitate.

“Alla fine, è una questione su cui abbiamo bisogno del sostegno dei governi”.

La WADA ha affermato che stava avviando un’indagine sull’entourage di Valieva, che comprende anche, tra gli altri, il medico della squadra di pattinaggio artistico Filipp Shvetsky, che in passato era stato sospeso per doping atleti.

Bach ha anche affermato che il CIO esaminerà anche le regole applicabili ai minori alle competizioni poiché Valieva è stata autorizzata a competere anche a causa del fattore attenuante che aveva 15 anni. leggi di più

“In una competizione leale le stesse regole devono essere applicate a tutti”, ha detto Bach.

Registrati ora per un accesso illimitato GRATUITO a Reuters.com

Scritto da Julien Pretot; Montaggio di Ossian Shine e Himani Sarkar

I nostri standard: I principi di fiducia di Thomson Reuters.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *