Le Filippine hanno riportato dozzine di morti in più a causa dell’uragano Roy

  • Il bilancio delle vittime sale a 72 nella provincia di Bohol – Governatore
  • 10 morti in Daily Islands – Responsabile delle informazioni provinciali
  • Molte zone colpite dalla tempesta sono ancora prive di elettricità e acqua potabile

MANILA, 19 dicembre (Reuters) – Almeno 72 persone sono state uccise nella provincia filippina centrale di Bohol a seguito dell’uragano Roy, ha detto domenica il governatore, portando il bilancio delle vittime a più di 100 in tutto il Paese.

Le autorità hanno intensificato i soccorsi domenica dopo che il tifone Roy, la tempesta tropicale più forte che ha colpito le Filippine quest’anno, ha colpito giovedì e venerdì. Ha sfollato più di 400.000 persone, danneggiato case e interrotto l’elettricità e le comunicazioni.

L’Agenzia nazionale per i disastri ha già riportato 31 morti a seguito della tempesta, ma queste cifre non includono il numero delle vittime a Bohol. La società ha affermato di essere ancora in attesa di rapporti ufficiali da Bohol e da altre regioni.

Iscriviti ora per un accesso gratuito illimitato a Reuters.com

Nella provincia meridionale di Dinagat, il governo locale ha riferito di 10 morti domenica, ma non è chiaro se tali morti siano già stati aggiunti alla cifra ufficiale dell’organizzazione del disastro.

Le autorità hanno affermato che la maggior parte dei decessi è stata causata da alberi caduti e annegamento.

La vasta devastazione ha reso difficile per le autorità fornire immediatamente un quadro chiaro dell’entità dei danni poiché le comunicazioni e le connessioni elettriche in molte aree non sono state ancora completamente ripristinate.

Il tifone Roy, che a un certo punto era una tempesta di tipo 5, ha causato nove frane, scatenando il caos nelle province di Cebu, Leyte, Surigao del Norte, la famosa zona di surf della Sierra Leone e le Daily Islands.

READ  SpaceX si lancia in cieli mozzafiato al quinto tentativo, atterra in Florida

Ha sradicato alberi, fatto crollare i tetti, raso al suolo case, distrutto infrastrutture e inondato molte città, bloccando gli sforzi per inviare cibo e acqua tanto necessari alle vittime.

L’ordine del presidente Rodrigo Duterte è di “utilizzare tutte le risorse del governo per garantire che tutte le forniture vengano consegnate rapidamente nelle aree colpite dal disastro”, ha detto il portavoce presidenziale Carlo Nogrells a una stazione radio.

Roy ha spostato quasi 490.000 persone nelle Filippine mentre si spostava verso il Mar Cinese Meridionale durante il fine settimana.

A Bohol, sede di alcune delle destinazioni turistiche più famose del paese lungo il fiume Lobok, il governatore Arthur Yap ha affermato che il bilancio delle vittime si basa su rapporti parziali, suggerendo che il bilancio delle vittime potrebbe aumentare ulteriormente.

“È molto chiaro che il danno causato da Bohol è enorme e onnicomprensivo”, ha detto in un video pubblicato sul suo account Facebook. Le persone sono state gravemente colpite da case fatiscenti e perdite agricole.

Circa 20 cicloni tropicali colpiscono le Filippine ogni anno, causando inondazioni e frane in generale.

Iscriviti ora per un accesso gratuito illimitato a Reuters.com

Relazione di Enrico dela Cruz; Montaggio di Himani Sarkar e Susan Fenton

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.