L’ex membro del museo attacca 2 lavoratori – NBC New York

Cosa sapere

  • Sabato due donne dello staff del MoMA sono state accoltellate all’interno del museo di Manhattan
  • La polizia ha detto che il sospetto è un ex membro del museo a cui è stato negato l’accesso e ha saltato un banco della reception per attaccare i lavoratori
  • Entrambi i dipendenti sono stati portati d’urgenza in un vicino ospedale per essere curati per ferite non mortali, ha detto la polizia

Sabato pomeriggio due dipendenti che lavoravano al Museum of Modern Art sono stati accoltellati, provocando l’evacuazione del museo nel centro di Manhattan e la ricerca del sospetto aggressore.

Gli investigatori del NYPD affermano di sapere chi è il sospetto: un uomo di 60 anni ed ex membro del museo. È accusato di aver tentato di accedere al museo per vedere un film, ma gli è stato negato perché la sua iscrizione era stata revocata il giorno prima per ripetuti disordini, hanno detto i funzionari in una conferenza stampa della polizia.

Dopo che all’uomo non è stato permesso di oltrepassare l’ingresso del museo, la polizia ha detto che è saltato oltre il banco della reception intorno alle 16:15 e ha accoltellato più volte due dipendenti – una donna di 24 anni e un uomo di 24 anni.

Il personale di emergenza ha trasportato le due vittime al Bellevue Hospital, dove sono state curate per ferite non mortali, hanno detto la polizia e i vigili del fuoco.

L’uomo è stato visto in video lasciare l’edificio e la polizia sa in quale direzione stava fuggendo. È anche descritto dalla polizia come un frequentatore abituale del museo, qualcuno che il personale conosceva. Hanno anche detto che indossava una giacca nera e una maschera chirurgica blu.

READ  40 La migliore batterie per biciclette pedalata assistita del 2022 - Non acquistare una batterie per biciclette pedalata assistita finché non leggi QUESTO!

I video pubblicati sui social media hanno mostrato dozzine di persone che lasciavano il museo mentre i funzionari si trasferivano per prendere il controllo della scena.

Il museo era pieno di visitatori durante la tempesta di neve di fine inverno di sabato quando è avvenuto l’attacco. Tra quelli dentro c’era David Dujerko, che era in visita da Chicago.

“Improvvisamente hanno detto ‘il museo è chiuso’ e la gente ha iniziato a correre. Poco panico sulle scale mobili e poi hanno iniziato a gridare ‘vai fuori, esci per la tua sicurezza’”, ha detto Dujerko.

Nella tarda notte di sabato, il museo ha dichiarato che sarebbe stato chiuso al pubblico domenica a seguito dell’attacco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.