‘Nel nome di Dio, vai’: Johnson d’Inghilterra deve affrontare richieste di dimissioni

  • Johnson affronta un profondo risentimento da parte dei legislatori
  • Legislatore conservatore: ‘In nome di Dio, vai’
  • La soglia per la sfida alla leadership potrebbe essere vicina
  • Bloccare le espressioni del partito minano Johnson
  • Si dimetterà? Johnson dice in Parlamento: “No”

LONDRA, 19 gen. (Reuters) – Il primo ministro britannico Boris Johnson è stato estromesso mercoledì. Dimettersi A causa dei suoi oppositori e di alcuni dei suoi stessi legislatori, lotta per mantenere la sua posizione di primo ministro in una situazione che peggiora. Ribellione All’interno della sua festa in connessione con le feste del Lockdown a Downing Street.

Johnson, che ha vinto la stragrande maggioranza del suo partito nel 2019 per più di 30 anni, sta lottando per elevare il suo potere dopo una serie di rivelazioni sulle feste nella sua casa di Downing Street durante i lockdown del governo.

Johnson si è ripetutamente scusato per le parti e ha affermato di non essere a conoscenza di molti di loro.

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

Tuttavia, pensava che fosse un evento di lavoro il 20 maggio 2020, in cui ai dipendenti veniva detto di “portare il proprio liquore”. Johnson ha detto martedì che nessuno gli aveva detto che l’incontro era contro le regole del governo.

“Mi aspetto che i miei leader si assumano la responsabilità di ciò che fanno”, ha affermato David Davis, un legislatore conservatore pro-Brexit.

Davis è stato citato dal legislatore conservatore Leo Amerie per aver citato l’allora primo ministro Neville Chamberlain sulla sua gestione della guerra nel 1940: “Sei seduto per molto tempo per il bene che hai fatto. In nome di Dio, vai”.

READ  Dopo che i Ravens non sono riusciti a fare di nuovo un cambio di 2 punti, John Harbaugh avrebbe fatto affidamento su risultati "per lo più istintivi"

Quando gli è stato chiesto direttamente da un legislatore dell’opposizione se si sarebbe dimesso, Johnson ha detto: “No”.

Doppled Johnson lascerà il Regno Unito in uno stato di incertezza per mesi mentre l’Occidente affronta la crisi ucraina e l’ondata di inflazione innescata dall’epidemia del governo, la quinta economia più grande del mondo. Per saperne di più

Per innescare la sfida alla leadership, 54 dei 360 parlamentari conservatori in parlamento devono scrivere lettere di sfiducia al presidente del comitato del partito del 1922.

Alla richiesta di rimanere da un sostenitore, Johnson ha detto che “non era ancora seduto qui abbastanza a lungo, davvero non abbastanza tempo”.

Il Telegraph riporta che 20 legislatori conservatori che hanno vinto i loro seggi nelle ultime elezioni nazionali del 2019 intendono presentare lettere di sfiducia a Johnson. Altri ancora hanno già affermato di aver scritto tali lettere.

Un’analisi del Times ha mostrato che 58 legislatori conservatori avevano apertamente criticato il Primo Ministro.

Tra i principali contendenti all’interno del Partito conservatore figurano il Segretario al Tesoro Rishi Sunak, 41 anni, e il Segretario agli Esteri Liz Truss, 46 anni.

‘RIVOLTA DEL TORTA DI MAIALE’

Le feste di blocco di Downing Street – alcune tenute quando la gente comune non poteva dire addio di persona ai loro parenti morenti – hanno minato l’autorità di Johnson.

Il primo ministro britannico Boris Johnson ha lasciato Downing Street, Londra, il 19 gennaio 2022. REUTERS/John Sibley

Johnson ha negato le accuse in una dichiarazione rilasciata venerdì in cui affermava che “accuse simili e infondate sull’intelligence giapponese sono state avanzate più di una volta.

READ  L'Ucraina cerca un "cessate il fuoco immediato" e il ritiro della Russia nei primi colloqui diretti durante l'invasione in corso di Putin

“Quando ha vagato tra i vassoi di bottiglie vuote e panini – non si è reso conto che era una festa? Il Primo Ministro si è reso conto di quanto fosse ridicolo?” Lo ha detto al parlamento il leader dell’opposizione Khair Stormer.

“Ogni settimana, il Primo Ministro offre una protezione ridicola e apparentemente incredibile per i partiti di Downing Street, e ogni settimana si disfa”.

Mercoledì, Stormer ha accolto con favore le dimissioni del legislatore Christian Wakford per lasciare il Partito conservatore di Johnson e unirsi ai laburisti e ha chiesto a Johnson se un primo ministro dovesse dimettersi se avesse ingannato il parlamento.

“La mia decisione riguarda più la tua leadership che il modo umiliante con cui ti sei comportato nelle ultime settimane”, ha detto Wakford.

“Non posso più sostenere un governo che continua a manifestarsi senza il contatto con i lavoratori del Sud e del Paese nel suo insieme”.

Feste di blocco

Il sostegno a Johnson e al suo partito è crollato a seguito di una serie di rivelazioni su partiti e altri illeciti.

Alla domanda dei giornalisti sulla festa di Natale, il suo stesso ex portavoce si è dimesso dopo essere stato visto ridere e scherzare davanti alla telecamera su come organizzarla.

Durante un evento a Downing Street, i dipendenti sono andati in un supermercato a comprare una valigia di liquori, hanno versato del vino sui tappeti e hanno rotto l’altalena usata dal giovane figlio del primo ministro.

The Mirror ha detto che il personale ha acquistato una cantinetta per il vino per le riunioni del venerdì, eventi che Johnson nota regolarmente quando si reca all’appartamento nel suo edificio.

READ  40 La migliore forni elettrici del 2022 - Non acquistare una forni elettrici finché non leggi QUESTO!

Johnson ha dato varie interpretazioni delle parti, dal negare che alcune regole siano state violate alla comprensione dell’indignazione pubblica per l’apparente ipocrisia nel cuore dello stato britannico.

Ha detto che le persone dovrebbero attendere l’esito di un’indagine interna di un alto funzionario pubblico prima che i risultati vengano raggiunti.

Gli oppositori lo hanno descritto come una Charlotte che esorta il popolo britannico a seguire le regole più rigide nella storia del tempo di pace quando i suoi servi se ne vanno.

La crescente insurrezione conservatrice interna è stata chiamata “Cospirazione del maiale” perché un legislatore ribelle, Melton Mowbray, proviene da Melton, la patria del maiale. Il maiale è anche uno slang londinese per una bugia.

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

Scritto a mano da Balkanbridge; Modifica Angus MacSwan

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *