Nina O’Brien cade in slalom gigante alle Olimpiadi, portata fuori dal percorso in barella

Nina O’Brien ha subito uno spaventoso incidente al suo debutto olimpico, precipitando attraverso il traguardo nella sua seconda corsa dello slalom gigante lunedì mattina a Pechino. Ha dovuto essere portata fuori dal percorso in barella dopo essere caduta all’ultimo cancello. O’Brien, un membro di 24 anni del Team Palisades di San Francisco, era al sesto posto dopo la sua prima corsa. L’incidente l’ha squalificata dall’evento. Il video mostrava che potrebbe aver subito un infortunio alla gamba. | VIDEO | La sciatrice Nina O’Brien si schianta durante una corsa di slalom gigante Il team di sci e snowboard degli Stati Uniti ha twittato di essere stata “vigile e reattiva”. In una dichiarazione successiva a KCRA 3, il team ha affermato che avrebbe avuto più informazioni da condividere in seguito, ma che “è in buone mani ed è con il nostro medico della squadra di sci statunitense”. .ad alta velocità. Presenta meno curve e più larghe rispetto allo slalom. Anche Mikaela Shiffrin, la campionessa olimpica americana in carica che si stava avvicinando all’evento, è caduta sullo stesso percorso durante la sua prima corsa e ha mancato il podio della medaglia. Ha twittato che “siamo così addolorati per Nina”, dicendo che O’Brien aveva mostrato “così tanto cuore e fuoco nello sciare oggi, e tutto è stato fatto a pezzi nell’ultima curva”. Shiffrin ha aggiunto che lo sport è ” brutale e fa male – molto più spesso di quanto non si senta mai bene. ” “La guerriera che è, tornerà più forte e più veloce che mai, con lo stesso atteggiamento ottimista e gentile che è il marchio di fabbrica di Nina”, ha scritto Shiffrin. “Ma stasera siamo tutti tristi e incrociamo le dita per le migliori notizie possibili”. Sara Hector di Svezia ha vinto la medaglia d’oro nell’evento. L’italiana Frederica Brignone ha vinto l’argento e la svizzera Lara Gut-Behrami ha vinto la medaglia di bronzo.

READ  40 La migliore luci notturne per bambini del 2022 - Non acquistare una luci notturne per bambini finché non leggi QUESTO!

Nina O’Brien ha subito uno spaventoso incidente al suo debutto olimpico, cadendo sul traguardo nella sua seconda manche dello slalom gigante Lunedì mattina a Pechino. Ha dovuto essere portata fuori dal percorso in barella dopo essere caduta all’ultimo cancello.

O’Brien, un membro di 24 anni del Team Palisades di San Francisco, era al sesto posto dopo la sua prima corsa. L’incidente l’ha squalificata dall’evento.

Il video mostrava che potrebbe aver subito un infortunio alla gamba.

| VIDEO | La sciatrice Nina O’Brien si schianta durante una corsa di slalom gigante

La squadra di sci e snowboard degli Stati Uniti ha twittato di essere stata “vigile e reattiva”.

Questo contenuto è importato da Twitter. Potresti essere in grado di trovare lo stesso contenuto in un altro formato o potresti essere in grado di trovare ulteriori informazioni sul loro sito web.

Questo contenuto è importato da Twitter. Potresti essere in grado di trovare lo stesso contenuto in un altro formato o potresti essere in grado di trovare ulteriori informazioni sul loro sito web.

In una dichiarazione successiva a KCRA 3, il team ha affermato che avrebbe avuto più informazioni da condividere in seguito, ma che “è in buone mani ed è con il nostro medico della squadra di sci statunitense”.

Nello slalom gigante, gli sciatori zigzagano giù da una montagna ad alta velocità. Presenta meno curve e più larghe rispetto allo slalom.

Anche Mikaela Shiffrin, la campionessa olimpica americana in carica che si stava avvicinando all’evento, è caduta sullo stesso percorso durante la sua prima corsa e ha mancato il podio della medaglia.

READ  L'avvocato di Buchanan si lamenta del fatto che Antonio Brown sia stato rilasciato troppo presto

Ha twittato che “siamo così addolorati per Nina”, dicendo che O’Brien aveva mostrato “tanto cuore e fuoco nello sciare oggi, e tutto è stato fatto a pezzi nell’ultima curva”.

Questo contenuto è importato da Twitter. Potresti essere in grado di trovare lo stesso contenuto in un altro formato o potresti essere in grado di trovare ulteriori informazioni sul loro sito web.

Shiffrin ha aggiunto che lo sport è “brutale e fa male, molto più spesso di quanto non si senta mai bene”.

“La guerriera che è, tornerà più forte e più veloce che mai, con lo stesso atteggiamento ottimista e gentile che è il marchio di fabbrica di Nina”, ha scritto Shiffrin. “Ma stasera siamo tutti tristi e incrociamo le dita per le migliori notizie possibili”.

Sara Hector di Svezia ha vinto la medaglia d’oro nell’evento. L’italiana Frederica Brignone ha vinto l’argento e la svizzera Lara Gut-Behrami ha vinto la medaglia di bronzo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.