Se non hai pensato al coronavirus negli animali, dovresti

Alcuni gruppi di ricerca si stanno concentrando sul recettore ACE2, una proteina che si trova sulla superficie delle cellule di molte specie. Le sporgenze appuntite del coronavirus gli consentono di legarsi a questi recettori, come una chiave in una serratura, ed entrare nelle cellule.

Nel 2020, un gruppo di scienziati ha confrontato i recettori ACE2 di centinaia di vertebrati, per lo più mammiferi, con quelli degli esseri umani per determinare quali specie il virus potrebbe infettare. (I recettori ACE2 di uccelli, rettili, pesci e anfibi non sono abbastanza simili ai nostri da destare preoccupazione.)

“Finora le previsioni sono state molto buone”, ha detto in una e-mail Harris A. Lewin, biologo dell’Università della California, Davis, e autore dello studio. Gli scienziati hanno previsto, ad esempio, che i cervi dalla coda bianca erano ad alto rischio di infezione.

Ma alcune previsioni si sono rivelate del tutto errate: il documento ha identificato i visoni d’allevamento come una specie di preoccupazione “molto bassa” – e poi nell’aprile 2020 il virus imperversava tra gli allevamenti di visoni.

In effetti, ACE2 offre solo un’istantanea della suscettibilità. “L’infezione e l’immunità virale sono molto più complesse di un semplice virus che si lega a una cellula”, ha detto in una e-mail Kaitlin Sawatzki, virologo della Tufts University.

E delle quasi 6.000 specie di mammiferi del mondo, gli scienziati hanno sequenziato i recettori ACE2 di poche centinaia di esse, creando un set di dati distorto. Queste specie sequenziate includono organismi modello utilizzati negli esperimenti, specie che portano altre malattie e abitanti carismatici degli zoo, non necessariamente gli animali che è più probabile che le persone incontrino.

READ  40 La migliore supporto tablet auto cruscotto del 2022 - Non acquistare una supporto tablet auto cruscotto finché non leggi QUESTO!

“Se una pandemia fosse sorta da uno scoiattolo, saremmo tipo, ‘Dio, cosa c’è che non va in noi? Non abbiamo nemmeno misurato la biologia di base di uno scoiattolo, ‘”Dott. ha detto Han.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.