Video falsi a verifica dei fatti del conflitto in Ucraina


Washington
CNN

Il modo in cui il conflitto in Ucraina si è diffuso sui social media ha reso difficile per molte persone capire cosa è reale e cosa non lo è. I video dei cellulari della gente del posto sono circolati su Twitter, Facebook e TikTok, ma alcuni dei video che descrivono la situazione sul campo in Ucraina si sono rivelati falsi.

Molti mostrano invece vecchi filmati provenienti da altre parti, mentre alcuni hanno persino utilizzato scene di videogiochi.

Per combattere la disinformazione in Ucraina, Facebook ha istituito un “centro operativo speciale” giovedì pomeriggio a rispondere alle attività legate alla guerra e “rimuovere più rapidamente i contenuti che violano i nostri standard della community”, mentre Twitter condivideva suggerimenti per aver utilizzato la sua piattaforma nelle zone di conflitto.

Jennifer Mercieca, professoressa della Texas A&M University, la cui ricerca si concentra sulla propaganda e la retorica politica, ha affermato che non sorprende che un conflitto che coinvolge la Russia includa ciò che lei chiama “guerra dell’informazione”.

“La guerra dell’informazione sarebbe sempre stata una parte di questo”, ha detto Mercieca. “Ovviamente, negli ultimi cinque o sei anni i russi hanno fortemente evoluto le loro operazioni di guerra dell’informazione. Abbiamo sicuramente visto gli effetti di ciò sulla politica statunitense, sulla Brexit, su altri tipi di campagne in tutto il mondo”.

Sebbene la guerra dell’informazione non sia una novità, secondo Mercieca la misura in cui la disinformazione viene attualmente diffusa è una conseguenza dell’enorme volume di informazioni sulla situazione in Ucraina disponibili attraverso diverse forme di media.

“Ciò che è diverso ora è che ci sono così tanti più nodi per la distribuzione della propaganda”, ha detto Mercieca alla CNN. “Abbiamo il problema che abbiamo sempre sui social media di avere troppe informazioni e di non essere in grado di selezionarle e filtrarle per dire cosa è reale e cosa non lo è. Una cosa che osserviamo sempre quando c’è una crisi o un disastro naturale è che le persone faranno circolare contenuti che sanno essere falsi”.

READ  Kurt Shilling suona al sondaggio Baseball Hall of Fame

Ciò si è dimostrato particolarmente vero per l’attuale conflitto. I giornalisti hanno sfatato diversi video virali di vecchi filmati spesso di altri conflitti condivisi sui social media e anche in un caso in TV come se riflettessero la situazione sul campo.

Ecco tre esempi di questo tipo:

  • Il giornalista della NBC News Ben Collins che si occupa di disinformazione sfatato un video di un soldato in paracadutismo con oltre 20 milioni di visualizzazioni su TikTok, in cui il commento in alto suggeriva che stesse “registrando un’invasione”. Lo stesso video era pubblicato nell’agosto 2015 da un account Instagram con lo stesso nome utente e quella che sembra essere la stessa immagine del profilo dell’account TikTok. Da allora il poster originale ha reso privato il suo account TikTok, ma i video di altri account che includono clip del video originale sono ancora visibili, inclusi uno che ha oltre 31.000 Mi piace in cui il testo sovrapposto al video originale implica che il filmato riguardi il conflitto in corso, con l’individuo che esprime shock per il fatto che stanno “guardando una guerra su TikTok”. Quello shock sarebbe comprensibile, tranne che in questo caso, in realtà non stanno guardando filmati di guerra.
  • Diversi video hanno affermato di mostrare aerei russi che volano in formazione su Kiev, ma una ricerca di immagini inversa di screenshot dei video suggerisce che si tratta di filmati da un cavalcavia a Mosca prima di una celebrazione delle vacanze russe. Anche le clip dei post corrispondono a YouTube compilazione di piani militari intitolati “Flyby Moscow (04 maggio 2020).” I video, che erano inizialmente verificato da USA Today, sono ora contrassegnati come informazioni false su Facebook. Uno dei video era con didascalia “Jet russi nei cieli di Kiev”, un altro “Aerei russi che sorvolano i cieli di #Kiev, la capitale dell’Ucraina”. Entrambi i video hanno avuto oltre 700 visualizzazioni.
READ  40 La migliore drenanti efficaci davvero del 2022 - Non acquistare una drenanti efficaci davvero finché non leggi QUESTO!
  • Al “Rapporto nazionale” di Newsmax giovedì, presenta Shaun Kraisman disse, “Stai vedendo alcune di quelle immagini termiche lì solo di carri armati, truppe a terra mentre stanno appena iniziando.” Tuttavia, il video trasmesso da Newsmax non è dell’Ucraina ma della Siria nel 2020. Christiaan Triebert, che fa parte del team di investigazioni visive del New York Times, notato su Twitter che il filmato era un rispecchiato versione di un video del 2020 che mostra un convoglio siriano di carri armati distrutti dagli UAV. Newsmax ha citato la fonte del video come “Forze armate ucraine”. Sebbene un account Twitter con un nome simile abbia condiviso il filmato giovedì, il video del 2020 era originariamente del Ministero degli Affari Esteri turco e pubblicato di Clash Report.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.